Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il razzismo come pilastro istituzionale del capitalismo storico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 INTRODUZIONE. L’intento di questo lavoro è analizzare la natura del fenomeno razzista, evidenziando il nesso indissolubile tra il razzismo e il capitalismo storico. Il sistema capitalistico ha ormai raggiunto una dimensione mondiale. Esso è costituito da un mercato globale e da un’economia- mondo che organizzano il loro funzionamento e il loro interesse su scala planetaria. Non è più possibile comprendere i rapporti economici e di “classe” se non analizzandoli su scala globale, perché lo sviluppo economico del capitalismo ha legato tra loro le diverse economie nazionali e locali in un unico “sistema-mondo”. Il capitalismo ha creato un mercato mondiale e ridotto le distanze reali, ma le interdipendenze sociali e politiche in questo spazio sono tremendamente asimmetriche e polarizzanti. Lungi dal condurre ad una reale globalizzazione dei progressi scientifici e tecnologici ed a una omogeneizzazione della qualità della vita, lo sviluppo storico dell’economia-mondo capitalistica poggia invece sulla riproduzione delle ineguaglianze sia interne agli stati-nazione sia esterne. L’esclusione dell’Altro, del diverso è solo un pretesto per rivendicare e favorire un particolare tipo di società, una particolare distribuzione del potere e dei privilegi.

Anteprima della Tesi di Caterina D'elia

Anteprima della tesi: Il razzismo come pilastro istituzionale del capitalismo storico, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Caterina D'elia Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5115 click dal 21/10/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.