Skip to content

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea, Pagina 2
 10
la sua scelta affermando inequivocabilmente che l’Albania non ha altro futuro che 
l’integrazione europea.
8
    
 
La nascita dal basso del movimento europeista favorisce indubbiamente il processo 
di integrazione europea, ma la comunità internazionale teme che i cittadini albanesi non 
abbiano una reale conoscenza dell’Unione europea e non siano effettivamente 
consapevoli dei sacrifici che dovranno sopportare perché il paese possa aderirvi.  
Un sondaggio ha rivelato che la maggior parte dei cittadini albanesi è favorevole 
all’ingresso nell’Unione, spera di aderirvi nel giro di una decina d’anni ed è convinta 
che l’Unione europea dovrebbe accogliere l’Albania anche in assenza dei requisiti di 
ammissione, perché solo ciò aprirebbe concretamente la strada delle riforme. 
L’aspetto più preoccupante emerso dall’indagine, tuttavia, è la mancanza di 
un’adeguata informazione circa le dinamiche del processo di associazione e le strutture 
dell’Unione europea, della quale i politici e i media sono diretti responsabili. L’opinione 
pubblica nazionale sopravvaluta la capacità dell’Unione europea di risolvere i problemi 
del paese, proprio a causa del populismo dei messaggi politici che cavalcano 
l’europeismo degli elettori senza, tuttavia, affrontare con realismo le implicazioni del 
processo di associazione, i sacrifici, gli sforzi e il tempo necessario.
9
 
L’Unione europea si è impegnata nel divulgare una corretta informazione sui 
benefici e sui costi del processo di integrazione, ma ha ammonito che “questo dovrebbe 
essere un compito condiviso” con il governo nazionale e che “le autorità albanesi e i 
media dovrebbero ulteriormente intensificare i propri sforzi nella diffusione di precise 
informazioni sui valori, gli obiettivi, le attività e il funzionamento dell’Unione”
10
. 
 Tuttavia, in Albania - così come in altri paesi post comunisti - la mancanza di 
fiducia (giustificata) nella classe politica, corrotta e incapace di risolvere i problemi 
della transizione, ostacola il consolidarsi di un rapporto organico e trasparente tra 
governati e governanti. Lo stato è percepito dal cittadino albanese così distante e 
irrimediabilmente fallito che ormai egli ripone le proprie speranze oltre i confini 
nazionali, auspicando addirittura che il proprio paese sia governato sotto la forma del 
protettorato internazionale dalle Nazioni Unite, dagli Stati Uniti o dall’Unione 
europea.
11
 
 
La nascita della società albanese, purtroppo, non è avvenuta con il coinvolgimento 
diretto delle masse popolari e ancora oggi queste sono lasciate fuori dal processo di 
ricostruzione del paese e dal godimento dei possibili benefici derivati dallo sviluppo.
12
 
La mancata condivisione popolare delle sorti della nazione non è dovuta soltanto 
all’autoritarismo della classe politica, ma anche alla crisi motivazionale della 
popolazione medesima che, con la dissoluzione del regime comunista, ha perduto un 
sistema consolidato di valori di riferimento, cadendo repentinamente in un crescente 
stato di anomia sociale.
13
  
                                                 
8
 HALL Derek, Albania in Europe: condemned to the periphery or beyond?, in DAWSON A. H. (edited 
by), The Changing Geopolitics of Eastern Europe, Frank Cass, London, 2002, pp. 108-109 
9
 BOGDANI Mirela, op. cit., pp. 106-107 
10
 European Commission, Albania. Stabilisation and Association Report 2003. Second Annual Report, 
Bruxelles, 2003, p. 16 
11
 BOGDANI Mirela, op. cit., pp. 107-108 
12
 ORLANDO Cristiano, L’aquila albanese alle prese con le correnti transnazionali. L’ABC di orgogli e 
pregiudizi: Albania, Balcani e Comunità internazionale, Osservatorio sui Balcani, Roma, 2006, p. 137 
13
 “Il popolo è stato sicuramente protagonista delle vicende che hanno fatto cadere il regime comunista, in 
particolare grazie alle proteste degli universitari di Tirana, ma una volta ucciso il gigante, una volta fatto 
crollare il grande Hoxha di bronzo sul suolo marmoreo di piazza Skanderbeg, si è fermato. L’atavica 
disaffezione degli albanesi verso la forma statale di organizzazione sociale ha subito ripreso il 
sopravvento ed è esplosa con virulenza e accanimento: la maggior parte della popolazione non aveva 
nessun interesse nel continuare a sopportare sacrifici e privazioni per tentare di costruire pietra su pietra 

Preview dalla tesi:

Da nido delle aquile a porta dei Balcani. Prospettive di sviluppo dell'Albania sulla strada dell'integrazione europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Lecis
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Gianfranco Bottazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi