Skip to content

Hillary Rodham Clinton: l'importanza di essere prime

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Hillary Rodham Clinton: l'importanza di essere prime, Pagina 6
alla  Cambogia.  Hillary  divenne così  la  mediatrice  tra  i  bisogni  degli  studenti  “arrabbiati”  e  le 
esigenze  dell’amministrazione  mentre,  nel  frattempo,  seguiva  diversi  progetti  nel  campo  della 
ricerca sul diritto per l’infanzia. Storicamente era sempre stato il diritto di famiglia ad occuparsi dei 
minori,  di  solito in  base  alle  decisioni  dei  genitori;  a partire  dagli  anni  ’70,  invece,  i  tribunali 
cominciarono ad individuare circostanze in cui i bambini avevano, in misura limitata, diritti distinti 
da quelli del padre e della madre. I suoi personali interessi si raccoglievano proprio intorno a questi 
temi che ebbe l’occasione di approfondire frequentando lo Yale Child Study Center. Qui, nel 1973, 
lavorò come assistente-ricercatrice per  Beyond the Best Interest of the Child11, un libro scritto dal 
Dottor Sollnit12 e dal Professor Goldstein in collaborazione con Anna Freud, figlia di Sigmund.
Nel 1974, la giovane e ambiziosa studentessa scrisse il suo primo articolo accademico intitolato 
“Children  Under  the  Law”13 pubblicato  dalla  Harvard  Educational  Review.  Nell’articolo  si 
analizzavano le decisioni che la magistratura e la società devono affrontare se i bambini vengono 
maltrattati  o  trascurati  dalla  famiglia,  o,  nel  caso  in  cui  le  decisioni  dei  genitori  abbiano 
conseguenze potenzialmente irreparabili (ad esempio negare le cure mediche o impedire il diritto a 
proseguire gli studi). Per la stesura della ricerca furono preziose le esperienze presso il New Haven 
Hospital e il  lavoro di volontariato nell’ufficio di Servizi  Legali  in rappresentanza di minori  in 
affidamento.
I.2. L’incontro con Bill e la professione legale
Yale,  comunque, non fu importante  solo a livello formativo.  Nella primavera del  1971, Hillary 
incontrò un giovane studente di nome Bill Clinton:  “Era alto e bello, sotto la barba rossa e la  
criniera ricciuta, e sprizzava vitalità da tutti i pori"14. Come dichiarò in un’intervista nel ’92 la 
stessa Hillary:  l’incontro  con il  suo futuro  marito  fu  il  momento  più “estatico”  dei  suoi  primi 
vent’anni15. Insieme lavorarono alla campagna in favore del Democratico McGovern contro Nixon 
e, dopo che Hillary terminò gli studi a Yale, volarono in Europa. Furono numerose le proposte di 
matrimonio che la Rodham declinò anche se, in compenso, aveva scelto di frequentare un anno 
extra  presso  la  facoltà  per  non  allontanarsi  da  Bill.  Il  Children’s  Defense  Fund fu  una  delle 
11
 Trad. Al di là dei migliori interessi del bambino
12
 Al Sollnit, direttore amministrativo del Centro studi sull’infanzia di Yale
13
 Trad. I bambini secondo la legge
14
 Hillary Rodham Clinton, op. cit., p. 66
15
 Carl Bernstein, op. cit., p. 76
10

Preview dalla tesi:

Hillary Rodham Clinton: l'importanza di essere prime

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Novajra
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Alfio Mastropaolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arkansas
bill clinton
casa bianca
clinton
first lady
health care plan
hillary
hillary clinton
hillary rodham
lewinski
little rock
presidenza clinton
primarie democratiche
riforma sanitaria
rose law firm
senatore new york
usa
whitewater

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi