Skip to content

Libertà di stampa e mondo musulmano nella Gran Bretagna contemporanea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Libertà di stampa e mondo musulmano nella Gran Bretagna contemporanea, Pagina 3
 2
denunciano il sopruso ricevuto, le minacce trovano prova nell’attacco 
dell’ambasciata inglese a Teheran, e nonostante l’autore si scusi pubblicamente 
più volte con le comunità musulmane, si ripetono atti dinamitardi in alcune librerie 
londinesi, e sanguinari a danno dei traduttori.  
Viene denunciato il conflitto tra gli articoli 19 e 20 della Universal 
Declaration of Human Rights (1948), rispettivamente libertà di espressione e tutela 
delle minoranze, nonostante la dichiarazione stessa ne sottolinei nell’articolo 29 il 
riconoscimento di limitazioni solo per garantire il rispetto dei diritti stessi. Anche se 
la legislazione è chiara, in Gran Bretagna c’è ancora una legge che limita la libertà 
di stampa in relazione al credo, ma invocata dai musulmani nel caso Rushdie, 
questa si riscopre inoltre viziata di discriminazione: è la Blasphemy Law, che vieta 
ogni tipo di espressione contro Dio, la Bibbia e la religione cristiana. Il dibattito 
culturale continua con il dilemma tra censura e razzismo: infatti in Gran Bretagna 
sono in vigore leggi anti-terroristiche che eludono gli accordi internazionali, in un 
contesto pubblico che raramente reagisce, segnali questi che denotano la difficoltà 
ancora presente nelle società attuali di assimilare i valori democratici.  
Gli attentati del 7 luglio 2005 sono una realtà altrettanto difficile da 
comprendere. Essi sono rievocati nel terzo capitolo attraverso i titoli delle testate 
giornalistiche inglesi: la divulgazione dell’attacco attuato da figli di immigrati 
musulmani, vede protagoniste solo le immagini a descrivere il terrore piombato 
nella capitale. La compostezza anglosassone governa la rabbia, anche se la 
possibilità che questi episodi si verifichino nuovamente porta l’adozione di misure di 
sicurezza, tra cui l’autocensura. Questa è contestata dal giornale liberale danese 
Jyllands-Posten, che in difesa della libertà di stampa pubblica 12 vignette 
raffiguranti Maometto. Scoppia il caso internazionale, si susseguono manifestazioni 
violente nei confronti dell’Occidente, sollecitate da leader musulmani in tutto il 
Medio Oriente, in Africa Settentrionale e in alcune zone dell’Asia, nonché a 
Copenhagen e a Londra stessa. Quest’ultima, conscia del pericolo, durante gli 
ultimi anni ha scelto sempre più l’autocensura nelle opere letterarie, artistiche e 
teatrali, limitando le proprie libertà di espressione per non incorrere in reazioni 
islamiche violente.  
Il quarto capitolo presenta altri casi di censura e autocensura nel mondo 
causati dal terrorismo religioso musulmano, e gli effetti che ne sono scaturiti. In 
conclusione del lavoro un cenno sull’ateismo in diffusione e visibilità crescente in 
Gran Bretagna, come cardine per trovare un nuovo dialogo che superi i dogmi 
religiosi.  

Preview dalla tesi:

Libertà di stampa e mondo musulmano nella Gran Bretagna contemporanea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Di Pasquali
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
  Relatore: Adriano Elia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

7 luglio 2005
areopagitica
artisti britannici
attacchi violenti
autocensura
ayatollah khomeini
censura
fondamentalismo islamico
giornali inglesi
gran bretagna
john latham
jyllands-posten
kevin boyle
libertà di espressione
libertà di stampa
milton
razzismo
richard dawkins
salman rushdie, the satanic verses
sherry jones
the bloody cartoons
tutela minoranze
xenofobia

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi