Skip to content

Studying the epidemiology of Xylella fastidiosa ssp. in different host plants through molecular tools (real time PCR, LAMP)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Studying the epidemiology of Xylella fastidiosa ssp. in different host plants through molecular tools (real time PCR, LAMP), Pagina 3
11 
 
 As well as in several and different phytopatogenic microrganisms, X. fastidiosa 
fastidiosa owned several genes with degradative host activity. Partly, plant cell 
wall degrading enzymes (CWDEs) such as polygalacturonase, cellulase, and pro-
teases had important role to first time aggression permiting the bacterium mi-
gration inside xylem vessels through degradation of the pit membrane, releas-
ing the carbohydrated part that resulted as necessary for X. fastidiosa prolifera-
tion. In this degradative condition, plant cells reacted by obstructing the xylem 
vessels by gums and tyloses, that were conseguence of CWDEs activity and eth-
ylene accumulation,  making more restrictive the movement and systemic in-
fection of X. fastidiosa pathogen (Clerivet et al., 2000; Sun et al., 2008; Tyree 
and Zimmermann, 2002; Yadeta and Thomma, 2013). They showed abundancy 
in the late stages of X. fastidiosa infection relating to evident disease symptoms 
(Esau, 1977). As it concerned, high ethylene levels are required in grape tissues 
infected with X. fastidiosa (Perez-Donoso et al., 2007; Sun et al., 2007) that can 
partly explain the biosynthesis and accumulation of tylose molecules during 
Pierce’s Disease (PD) (Stevenson et al., 2004). Thus, tyloses protected the plant 
from pathogen spread, but at the same time these molecules interacted nega-
tively with the water and nutrient transport along the entire plant. Indeed, the 
role of tyloses showed broad aspect impact to be understood better because of 
its twice aspect in terms of resistance to X. fastidiosa spread and susceptibility 
to water stress. (Cantu et al., 2016;Choi et al., 2013; Machado and Tyree, 1994; 
Perez-Donoso et al., 2007; Sun et al., 2013). The blockage of vascular tissues is 
also compounded by X. fastidiosa proliferation and production of extracellular 
molecular compounds that possibly resulted in the decrease of xylem hydraulic 
conductivity as consequence of stomatal closure (de Souza et al., 2009). Plants 
can react to X. fastidiosa attack by the induction of defence responses, includ-
ing phytoalexins, pathogenesis-related (PR) proteins, oxidative reactions and 
structural reinforcements (i.e. callose and suberin deposition). Phytoalexins are 
generally low-molecular-weight secondary metabolites with antimicrobial 
properties that accumulate on pathogen perception. Relevant phytoalexins 
molecules have been classified as phenolics, a class of secondary metabolites 
that are derived from the shikimic acid and phenylpropanoid pathways (Nichol-
son and Hammerschmidt, 1992). The induction of phenolic compounds had re-
ported in X. fastidiosa-infected (2
nd
 month) “Thompson Seedless” Vitis sp.; they 
observed increasing levels of catechins, procyanidins, lignin, condensed tannin 
and stilbenoids just in the firstly stages of disease spread (Maddox et al., 2010).
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Studying the epidemiology of Xylella fastidiosa ssp. in different host plants through molecular tools (real time PCR, LAMP)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Marangi
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Agraria
  Corso: Biotecnologie agrarie
  Relatore: Davide Spadaro
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 72

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

real time-pcr
diagnosis
dna-extraction
epidemiology
xylella fastidiosa
plant health

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi