Skip to content

Alcune proposte di riforma del sistema monetario


Negli anni '70 furono presentate alcune proposte di riforma del sistema monetario, solo tre furono analizzate:
• Liquidità internazionale: esigenza di armonizzare l’insieme dei mezz’idi pagamento internazionali con i tassi di sviluppo del commercio e dell’economia mondiale
• Aggiustamento: evidenzia il carattere lento del processo di riequilibrio della bilancia dei pagamenti, quindi i paesi eccedentari non hanno vincoli circa l’accumulo di riserve, per i paesi in deficit non si adottano misure di riequilibrio.
• Capacità di esportare inflazione, quindi l’immissione eccessiva di dollari implica una serie di difficoltà per il controllo di aggregati monetari, le politiche monetarie e fiscali espansive si riflettono sulle economie del resto del mondo costringendole all’accumulo indesiderato di dollari e al surplus della bilancia dei pagamenti. Si viene a creare quello che è chiamato il confidence problem, fatto di due problemi: la moneta americana si colloca in una posizione dominante all’interno del sistema monetario e internazionale di Bretton Woods; quando la bilancia dei pagamenti USA assume connotati di marcato deterioramento  ed accentuato accumulo di dollari.
Tratto da POLITICA ECONOMICA di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.