Skip to content

Una definizione operativa per l’analisi macroeconomica del turismo

per arrivare a una definizione operativa di Ivt che ne consenta la misurazione economica all’interno del sistema produttivo, bisogna considerare che:
- le attività che soddisfano i bisogni dei turisti e dei viaggiatori costituiscono a tutti gli effetti un’industria;
- la domanda che si rivolge a tale industria è segmentata e complessa e non può essere ricondotta al solo turismo di vacanza;
- l’industria dei viaggi e del turismo è complessa e trasversale;
- l’industria dei viaggi e del turismo non è diversa dalle altre industrie dal punto di vista delle politiche gestionali e di controllo pubblico. Bisogna quindi ricostruire la trama delle interdipendenze che va dal consumo turistico alla produzione turistica, soprattutto perché l’aggregato, essendo variabile nel tempo, non può avere una definizione statica. Quindi, l’economia legata al turismo si articola su due livelli. Il primo (Ivt in senso stretto) comprende l’insieme delle attività che vengono a contatto con il turista (tutti i settori che si distinguono perché le loro produzioni sono acquistate anche dai consumatori turisti in prima persona; il secondo (Ivt ib senso allargato)si estende fino a tutte le attività che, pur finalizzate al consumo turistico, non entrano a contatto con il turista (i settori i cui beni e servizi prodotti non vengono venduti ai turisti, ma solo alle attività di primo livello: l’importante, ovviamente, non è limitarsi a queste due categorie, ma cercare solo di individuarne i limiti estremi, considerando che la vera Ivt è quella compresa tra i due estremi.
di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.