Skip to content

L’andragogia


Con il termine andragogia è opportuno intendere la riflessione, lo studio, il discorso sui problemi specifici, come termine analogo, per l’età adulta, di pedagogia.
In tempi più recenti l’andragogia tende a presentarsi come modello, il quale si basa su alcuni presupposti che lo differenziano dal modello pedagogico:
il bisogno di conoscere: gli adulti sentono l’esigenza di conoscere il motivo per il quale occorre apprendere qualcosa.
il concetto di sé del discente: gli adulti hanno un concetto di sé come persone responsabili delle proprie vite, hanno un bisogno psicologico di essere considerati e trattati come esseri capaci di autodirezione.
il ruolo dell’esperienza del discente: gli adulti entrano in formazione con un’esperienza maggiore di quella dei giovani, determinando così una maggiore eterogeneità in un gruppo di adulti. Questo significa che deve essere posta grande attenzione sull’individualizzazione dell’apprendimento e sulle tecniche esperienziali in grado di valorizzare l’esperienza come risorsa formativa.
la disponibilità ad apprendere: gli adulti sono disponibili ad apprendere ciò che è funzionale a far fronte efficacemente alle situazioni della loro vita reale.
L’applicazione di alcuni modelli andragogici al modello pedagogico potrebbe rendere l’insegnamento più efficace, perché consente l’instaurarsi di un clima in cui i discenti possono assumersi più responsabilità nel proprio apprendimento rispetto a quelle previste dal modello pedagogico tradizionale.
Tratto da EDUCAZIONE DEGLI ADULTI di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: