Skip to content

Il piano di Triffin


Obiettivo di migliorare l’assetto monetario internazionale tramite il potenziamento e l’allargamento delle funzioni del FMI. Il piano Triffin di prevedeva il consolidamento delle riserve auree attraverso il trasferimento presso il prezzo dell’oro e dei saldi valutari detenuti dalle banche centrali acquisendo in cambio l’accreditamento di un deposito. Il centro di compensazione previsto dovrebbe svolgere regolari operazioni di cassa ed effettuare operazioni attive mediante concessione di crediti sulla base di un plafond prestabilito al fine di non incorrere in situazioni inflazionistiche. Tali operazioni sarebbero destinate a sostenere politiche economiche accettabili dai paesi membri contro pressioni temporanee sulle bilance dei pagamenti. Il centro della proposta era la creazione di un nuovo strumento di riserva internazionale avente lo scopo di porre fine alla posizione egemone del dollaro ed in via subordinata della sterlina. Inoltre la proposta prevedeva anche che l’erogazione di credito non sarebbe automatica, ma condizionata alla volontà dei paesini deficit di adottare politiche di riaggiustamento delle loro bilance dei pagamenti in modo da evitare il permanere in situazioni di squilibrio. Triffin suggerisce di costituire un conto di conversione aurea in cui i paesi membri dovrebbero depositare in cambio di una garanzia aurea ad un tasso di interesse modesto depositi usati a vista per ricostituire le disponibilità dei saldi nella moneta di qualsiasi paese partecipante. Tale conto determinerebbe uguali responsabilità della convertibilità.
Tratto da POLITICA ECONOMICA di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.