Skip to content

Turismo marino balneare in Sardegna


La Sardegna offre un turismo marino balneare ad alta concentrazione stagionale, con presenze fortemente circoscritte ai mesi di luglio e agosto; i soggiorni alberghieri si distribuiscono maggiormente nel corso dell’anno rispetto a quelli extralberghieri; nei mesi primaverili ed estivi il turismo italiano ha una stagionalità maggiore del turismo straniero, che preferiscono la bassa stagione per risparmiare: maggio, settembre e ottobre. A livello provinciale le maggiori criticità nella concentrazione dei soggiorni si registrano nelle aree di Sassari, di Nuoro e di Cagliari. Non è raro poi riscontrare come in alcune zone la domanda si distribuisca in maniera più uniforme durante la stagione turistica: ad esempio, l’area di Cagliari e la città di Alghero, con una programmazione di eventi di vario genere.
Interessante il confronto con l’Emilia e la Sicilia: il maggior affollamento anche qui si ha nel mese di agosto, ma si ha uno scarto minore con gli altri mesi grazie al turismo archeologico e congressuale.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.