Skip to content

Commento di Luca Restaino all’art. 2384: rapporto tra oggetto sociale e amministratori

Ma la riforma fa venir meno la rilevanza dell’oggetto sociale quale limite al potere di rappresentanza legale, attribuendo agli amministratori rappresentanza generale per tutti gli atti compiuti in nome della società. L’oggetto sociale continua a delimitare il potere di gestione degli amministratori (vedi commento articolo 2380 bis), ma non costituisce più il confine del potere di rappresentanza degli stessi (viene meno anche la rilevanza della posizione soggettiva di buona o mala fede del terzo). Così nei rapporti esterni l’atto estraneo all’oggetto sociale compiuto dall’amministratore munito del potere di rappresentanza, ma privo del potere di gestione, è valido ed impegnativo; l’estraneità dell’atto all’oggetto sociale è rilevante solo a livello interno (azione di responsabilità, giusta causa di revoca, denunzia al collegio sindacale o al Tribunale).
Il comma 1 del nuovo 2384 costituisce la norma definitoria del contenuto del potere di rappresentanza, mentre in passato si riteneva che lo fosse il comma 2, con l’1 che trattava il rapporto interno di gestione.
La conseguenza del potere generale di rappresentanza è che, dove uno statuto contemplasse il potere degli amministratori di compiere, in nome della società, solo gli atti rientranti nell’oggetto sociale, sarebbe una limitazione statutaria al potere di rappresentanza, non opponibile ai terzi anche se pubblicata, neppure quando si provi che il terzo ne fosse a conoscenza (sarebbe invece necessario provare l’esistenza di un accordo fraudolento tra amministratore e terzo volto a danneggiare la società).

La rilevanza solamente interna dell’oggetto sociale era già sostenuta da una parte della dottrina, vista l’impossibilità di formulare un giudizio a priori sulla pertinenza di un atto all’oggetto, potendo ogni atto essere astrattamente strumentale a qualsiasi attività, e la necessità di tutelare i terzi, che non potevano effettuare tale valutazione essendo questa di naturale pertinenza di soci e amministratori.
Tuttavia si era sottolineato che un’eccessiva tutela dei terzi può dar luogo ad un rafforzamento della tendenza degli amministratori a concentrare nelle proprie mani il potere di scegliere discrezionalmente i settori produttivi in cui investire il patrimonio sociale e che la rilevanza solo interna del limite dell’oggetto sociale significa non tenere in adeguata considerazione l’interesse dei soci (in particolare quelli di minoranza) e dei creditori al compimenti di atti intra vires (pertinenti all’oggetto sociale). Per il primo aspetto, la riforma sembra muoversi verso l’aumento del ruolo degli amministratori quali gestori della società (2380-bis). Per il secondo aspetto, la libera modificabilità dell’oggetto sociale e la possibilità di immediata esecuzione della relativa deliberazione dimostrano come l’interesse dei creditori al rispetto dell’oggetto sociale sia stato sacrificato all’esigenza di garantire alla società la massima libertà d’azione; l’interesse dei soci di minoranza, invece, sembra essere tutelato solo nei casi di modifica dell’oggetto sociale consacrati in una delibera assembleare, e solo nei casi più rilevanti sotto il profilo del cambiamento dell’attività della società (la nuova disciplina del diritto di recesso, infatti, prevede la possibilità di recedere, per mutamento dell’oggetto sociale,  solo in presenza di delibere assembleari di questo tipo; tale ipotesi, caratterizzata dalla possibilità ridotta rispetto alla precedente disciplina (solo delibera assembleare) di recedere, costituisce una delle ampliate ipotesi di recesso previste dalla riforma). Il problema è che la rappresentanza generale rende legittime le deviazioni dall’oggetto sociale non solo occasionali, ma anche sistematiche che, di fatto, mutano l’oggetto sociale; così si modifica la scala degli interessi tutelati, con quello dei soci al compimento di atti intra vires relegato in posizione secondaria.
di Moreno Marcucci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.