Skip to content

Valutazione delle obbligazioni

Calcolare il valore di un’obbligazione vuol dire determinare il valore attuale dei flussi.
Obbligazioni zero coupon (priva di cedole): è assimilabile a una promessa di pagamento di una certa somma di denaro a una data futura contrattualmente concordata tra le parti.
Valutazione: attualizzazione di un solo flusso che si manifesta alla scadenza del titolo. In tale data infatti sarà corrisposta la somma inizialmente pattuita (valore nominale dell’obbligazione).
Obbligazioni con cedole. “La cedola (coupon) è la remunerazione corrisposta dal titolo obbligazionario a intervalli regolari e precedenti la scadenza del titolo stesso.
Il valore dell’obbligazione è la somma dei valori attuali dei flussi di pagamenti di cedole più il valore attuale del capitale rimborsato.
L’operazione di attualizzazione riferita a un’obbligazione con cedole avrà la seguente forma:

NB:     valore attuale ≠ valore nominale. (è uguale se è il tasso cedolare = tasso di mercato)
Il valore dell’obbligazione e tasso di interesse. Il valore di un’obbligazione dipende essenzialmente da 3 elementi:
Valore nominale
Tasso d’interesse cedolare
Tasso di interesse di mercato.
Tasso cedolare ≠ tasso di mercato r
Tasso di mercato > tasso cedolare -> valore obbligazione < valore nominale -> titolo negoziato sotto la pari.
Tasso di mercato < tasso cedolare -> prezzo obbligazione > valore nominale -> titolo negoziato sopra la pari.
!Se conosciamo il profilo dei flussi e il valore attuale del titolo, ma ci è ignoto il tasso di rendimento da porre al denominatore dell’operazione di attualizzazione, il tasso a denominatore -soluzione della nostra equazione- è definito rendimento a scadenza dell’obbligazione.

di Alessia Chiovaro

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.