Skip to content

La curva di esperienza


Nei dieci anni successivi alla pubblicazione di Perspectives in Experience (1968) da parte del Boston Consulting Group, la curva di esperienza ha esercitato una forte influenza sull’analisi strategica. In una serie di studi, il BCG osservò una regolarità sorprendente nella riduzione dei costi associata all’incremento della produzione cumulata.

Il BCG formulò la seguente legge dell’esperienza: il costo unitario del valore aggiunto di un prodotto standardizzato si riduce secondo una percentuale costante (tra 20% e 30%) ogni volta che la produzione cumulata raddoppia. Il costo unitario del valore aggiunto è dato dal costo totale per unità di produzione meno il costo dei componenti e per unità di produzione.

La relazione tra costo unitario e volume di produzione può essere espressa come segue:
Cn = C1 * n^-a dove:
C1 è il costo della prima unità di produzione;
Cn è il costo dell’n-ma unità di produzione;
n è il volume cumulato di produzione,
a è l’elasticità di costo rispetto all’output.

Le curve di esperienza possono essere tracciate sia per un settore che per una singola impresa.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.