Skip to content

I reati in materia di imposte nel settore degli oli minerali

Meritano, infine, un rapido cenno le fattispecie penali poste a tutela della riscossione dell’imposta interna di fabbricazione e della corrispondente sopraimposta di confine sugli oli minerali e prodotti della loro lavorazione.
Esse possono, sia pure con una certa approssimazione, distinguersi in due gruppi fondamentali: nel primo possono farsi rientrare le fattispecie di vera e propria evasione consumata o tentata; nel secondo possono ricomprendersi quelle sintomatiche di una evasione futura o di una evasione già effettuata.
All’interno di questo secondo gruppo possono poi ulteriormente distinguersi, accanto ad ipotesi che ben potremmo qualificare di evasione “presunta”, fattispecie incentrate su condotte tendenti a frustrare l’esercizio dell’attività di accertamento e fattispecie incentrate su condotte consistenti invece proprio nel sottrarsi all’esercizio stesso dell’attività di accertamento.
Classici esempi delle fattispecie del primo gruppo sono la fabbricazione o raffinazione clandestina.
Tra gli esempi delle fattispecie del secondo gruppo si possono ricordare:
a. come “evasione presunta” quelle che puniscono l’eccedenza di combustibile detenuto rispetto alle risultanze dei registri di carico e scarico;
b. come sviamento dell’attività di controllo quella che incrimina il trasporto di oli minerali senza certificato di provenienza o con certificato scaduto, falso o alterato;
c. come sottrazione allo stesso esercizio del controllo quella che eleva a reato l’esercizio di depositi di oli minerali non denunciato.
Sotto il profilo sanzionatorio, si deve rilevare un frequente ricorso alla pena pecuniaria proporzionale (da 2 a 10 volte l’imposta evasa), spesso in aggiunta alla pena detentiva della reclusione (da sei mesi di minimo a tre anni di massimo).
parte  speciale.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.