Skip to content

Redditi in natura e fringe benefit

Il fenomeno dei compensi in natura si identifica, in sostanza, con i cosiddetti fringe benefit, ossia con i benefici che il datore di lavoro attribuisce alla generalità o ad alcuni lavoratori, in aggiunta alla normale retribuzione in denaro.
Esiste una notevole varietà di fringe benefit: alcuni sono stati ideati per fini di elusione fiscale; ma sovente sono sorti per incentivare la produttività dei dipendenti (ad esempio, uso di autovetture aziendali, mense scontate, uso di abitazioni di servizio, doni in natura, iscrizioni a club, ecc…).
I fringe benefit sono tassati come redditi del lavoratore.
Il legislatore stabilisce, ai fini della determinazione del loro valore imponibile, che sono quantificati in base al loro valore normale.
Per esemplificare l’applicazione dell’imposta, i fringe benefit non sono tassati quando il loro valore non supera l’importo di 258,23 euro.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.