Skip to content

I redditi di collaborazione coordinata e continuativa

Sono assimilati ai redditi di lavoro dipendente i redditi derivanti da “rapporti di collaborazione aventi per oggetto la prestazione di attività svolte senza vincolo di subordinazione, a favore di un determinato soggetto, nel quadro di un rapporto unitario e continuativo”.
Il Testo unico indica, come rientranti nella categoria in esame, i seguenti rapporti:
a. amministratore, sindaco e revisore di società e altri enti;
b. collaboratore a giornali, riviste, enciclopedie e simili;
c. partecipazioni a collegi e commissioni.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.