Skip to content

Gli indicatori del deterioramento delle condizioni della fruizione turistica


Sono indicatori qualitativi in grado di evidenziare il mutare in negativo delle condizioni della fruizione. La loro funzione di early warning system rende possibile la valutazione dello stato delle condizioni ambientali e l’anticipazione di possibili processi di deterioramento del quadro complessivo.

I principali indicatori sono:
- Inquinamento del mare: inquinamento fisico prodotto dal traffico delle imbarcazioni a motore, inquinamento microbico derivante dal carico di reflui fognari, inquinamento chimico-fisico legato alla dispersione di rifiuti vari;
- Modificazioni della biodiversità marina: peggioramento qualitativo delle componenti abiotiche per effetto dell’azione antropica che modifica l’habitat delle singole specie, influenzandone la gerarchia e la numerosità;
- Tutela degli ecosistemi più fragili: gli ecosistemi di transizione sono fra i più sensibili al mutare delle caratteristiche delle componenti abiotiche, come le dune;
- Soddisfacimento delle esigenze idropotabili: la risorsa idrica rappresenta una delle variabili non sostituibili, sia perché vi sono legate specifiche attività ricreative, sia perché le caratteristiche qualitative e quantitative della risorsa pesano sull’immagine di ogni area turistica, sul rapporto fra popolazione locale e popolazione fluttuante, sul livello di conflittualità con le altre attività produttive presenti e sulla conservazione dei vantaggi comparati rispetto a possibili competitori;
- Gradi di antropizzazione della fascia costiera: la cementificazione costiera è uno dei fattori del mutato assetto delle coste italiane: oltre il 60% del litorale ha destinazione turistica, con più di 2 milioni di seconde case, 850 milioni di m3, con una densità di 0,49 abitazioni per ettaro, contro una media nazionale di 0,18;
- Concentrazione spazio temporale delle presenze: principale fattore di superamento del carico turistico limite, a causa dell’eccessiva pressione che esercitano sull’ecosistema, sulle infrastrutture e sull’ambiente sociale;
- Congruità del sistema infrastrutturale e dei servizi: l’insufficiente dimensionamento della rete infrastrutturale è causa degli effetti di congestionamento delle infrastrutture e dei servizi, nonché elemento scatenante della conflittualità fra popolazione residente e fluttuante;
- Tipologia del turista: i maggiori portatori di stress ambientale sono i turisti di massa individuali, i quali conservano un maggior grado di libertà rispetto ai fruitori del pacchetto turistico e accettano un maggiore livello di compromissione ambientale rispetto agli avventurieri;
- Atteggiamento della popolazione residente: è condizionato dalla percezione della rapidità e intensità dello sviluppo turistico, dell’andamento del costo della vita, della capacità ecologica e infrastrutturale di reggere l’impatto della popolazione fluttuante, delle differenze socio-economiche tra i turisti e i residenti, del grado di coinvolgimento dei residenti nella gestione economica delle attività turistiche;
- Immagine turistica della località: il visitatore deve poter soddisfare in pieno le proprie aspettative di ricreazione, pena la ricerca di nuove destinazioni turistiche. Ciascun turista potenziale ha una idversa percezione delle possibili mete.

Per tutti questi indicatori è possibile prevedere una graduazione, in funzione della gravità, dell’imminenza e del livello di reversibilità del pericolo che segnalano.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.