Skip to content

I soggetti passivi nella normativa tributaria

L’IRES è un’imposta proporzionale sul reddito degli enti collettivi.
L’aliquota è del 33% e i soggetti passivi sono tutti gli enti collettivi.
I soggetti passivi sono divisi in quattro categorie:
1. le società di capitali;
2. gli enti commerciali;
3. gli enti non commerciali;
4. le società e gli enti non residenti.
Non sono soggetti ad IRES le società di persone, i cui redditi sono imputati ai soci, ed alcuni enti pubblici.
Abbiamo dunque innanzitutto le due categorie (unificabili in una soltanto) delle società commerciali e degli enti commerciali, vale a dire:
a. le società di capitali (società per azioni, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata), le cooperative e le società di mutua assicurazione;
b. gli altri enti, aventi come oggetto esclusivo o principale della propria attività all’esercizio di un’attività commerciale.
Vi è poi la categoria degli “enti non commerciali”, nella quale rientrano gli enti che non svolgono attività commerciale.
Vi è poi da distinguere tra enti residenti e non residenti, tenendo presente che un ente è residente se, per la maggior parte di un periodo di imposta, ha la sede legale o la sede dell’amministrazione o l’oggetto principale nel territorio dello Stato.
Vi sono delle presunzioni legali di residenza fiscale in Italia: si considerano residenti in Italia, salvo prova contraria, le società estere che detengono partecipazioni di controllo in società italiane e che, a loro volta, sono controllate da soggetti residenti o sono amministrate da un organo prevalentemente composto da persone residenti in Italia.
Nella categoria degli “enti non residenti” sono comprese tutte le società e gli enti che non hanno la residenza fiscale in Italia, quale che sia la loro forma giuridica.
La categoria e da dividere in due: vi è, da un lato la disciplina di società ed enti commerciali non residenti e, dall’altro, la disciplina degli enti non commerciali non residenti.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.