Skip to content

Definizione di liquidità

Capacità di far fronte agli impegni di pagamento in modo tempestivo e conveniente. Gli indicatori di liquidità sono:
- saldo di tesoreria = cassa + banche c/c attivi – banche c/c passivi  e assimilati
- indice di liquidità primaria = L/PB
- capitale circolante netto di tesoreria = L - PB
- indice di liquidità secondaria = (L+D)/PB
- capitale circolante netto = L+D - PB



viola : liquidità = l
azzurro : disponibilità = d
verde : passività a breve = pb
- riserve di credito disponibili (ottenibili) : è un fido non utilizzato, il fido è un’autorizzazione da parte di una banca nei confronti di un’impresa ad indebitarsi. si vedono parzialmente nella centrale dei rischi, perché un istituto di credito presso la centrale dei rischi può vedere quanti crediti sono stati cocessi a quella banca da tutte le banche. le riserve di credito ottenibili sono quelle che l’impresa non ha ottenuto perché non ha pensato di utilizzarle. non contano i fidi ottenuti ma quelli ottenibili.
- impegni di pagamento : potrei avere impegni di pagamento non espressi nei conti d’ordine.
Questi indicatori sono oggetto di semplificazioni.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.