Skip to content

La tassazione delle società ed enti commerciali non residenti

Sono società ed enti residenti quelli che, per la maggior parte del periodo di imposta, hanno la sede legale, o la sede dell’amministrazione, o l’oggetto principale dell’attività nel territorio dello Stato.
Secondo il principio generale della tassazione su base territoriale, si tassano solo i redditi prodotti in Italia.
Per determinare la base imponibile dell’imposta occorre, in primo luogo, individuare i redditi prodotti in Italia, secondo i criteri di localizzazione già esaminati.
In secondo luogo, va considerato se la società o l’ente commerciale non residente abbia o no una stabile organizzazione nello Stato.
Se vi è stabile organizzazione, si applicano le regole nazionali in materia di reddito di impresa; i singoli redditi perdono la loro qualificazione tipica e sono “attratti” nell’orbita del reddito di impresa della stabile organizzazione (principio della forza di attrazione della stabile organizzazione).
Se non vi è stabile organizzazione, i redditi della società o ente non residente non sono “attratti” nel reddito di impresa, ma conservano la qualifica di redditi della loro categoria, e l’imponibile è il risultato della loro somma (principio del trattamento isolato dei redditi).

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.