Skip to content

Nozione e disciplina dell'assegno circolare

È un titolo di credito all'ordine che contiene la promessa incondizionata della banca emittente di pagare a vista una somma di denaro.
La sua emissione avviene dietro versamento da parte del richiedente dell'importo corrispondente (è a copertura anticipata).
Nel caso di assegno bancario la banca non è cambiariamente obbligata al pagamento e pagherà la somma indicata nel titolo solo se sussiste la "copertura" (disponibilità di fondi utilizzabili dal cliente mediante l'assegno). In caso di assegno circolare è la banca che si impegna cambiariamente a pagare la somma portata da titolo; il possessore dell'assegno circolare non corre il rischio che l'assegno sia stato emesso a vuoto.
La banca può emettere assegni circolari solo per somme che siano presso di essa disponibili al momento dell'emissione.
Sono requisiti di validità dell'assegno circolare la denominazione di assegno circolare, la promessa incondizionata di pagare una somma determinata, l'indicazione del prenditore, data e luogo nel quale l'assegno è emesso, la sottoscrizione della banca emittente.
All'assegno circolare si applica in parte la disciplina del vaglia cambiario a vista, in parte la disciplina dell'assegno bancario.

Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Alexandra Bozzanca
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Diritto dell'Impresa

Appunti esaustivi per l'esame di - Diritto Commerciale - Vengono affrontati e definiti i temi dell’Impresa, della pubblicità, dell’azienda, del diritto d’autore e della concorrenza.