Skip to content

Solidità patrimoniale

Possibilità di mantenimento tendenziale dell’equilibrio finanziario con riferimento al medio/lungo termine. Occasione di superare disequilibri economici o finanziari di breve termine, poiché il suo assetto patrimoniale le consente di assorbire gli effetti di tali disequilibri, senza compromettere la continuità della gestione.
Chi ha minore solidità patrimoniale, finirà prima la sua vita aziendale (questo non vale per le banche). Solidità patrimoniale che permette di superare sia difficoltà economiche nel breve periodo, che difficoltà finanziarie nel medio/lungo periodo; con la solidità patrimoniale, c’è la sopravvivenza, ossia l’azienda può durare nel tempo. I quozienti di struttura insoddisfacenti si riferiscono all’utilizzo del finanziamento bancario in c/c per fabbisogni generati dalle immobilizzazioni. Si crea un rischio revoca affidamenti con esposizione al rischio di insolvenza. Il concreto rischio di revoca affidamenti riguarda: condizioni generali di equilibrio economico – finanziario soddisfacenti (rischio basso) e non soddisfacenti (rischio alto).

Un quoziente di struttura insoddisfacente può derivare da:
-    Insufficienti mezzi propri
-    Insufficienti passività consolidate
-    Eccesso di immobilizzazioni (attivo fisso troppo elevato).
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.