Skip to content

L'operazione di forfaiting

Consiste in un'operazione di smobilizzo di crediti esteri di natura commerciale a medio-lungo termine, che consente all'impresa esportatrice di rendere liquidi i crediti vantati verso l'importatore estero mediante la cessione degli stessi ad un istituto bancario che assumerà l'onere dell'incasso. La cessione ha in genere clausola pro-soluto ed avviene tramite l'anticipazione dell'importo dei titoli di credito ceduti, al netto degli interessi e delle spese. I crediti ceduti sono generalmente rappresentate da cambiali tratte internazionali, lettere di credito o altre forme di garanzie bancarie. Gli effetti devono essere assistiti da avallo di una banca o da una lettera di garanzia. I vantaggi per l'esportatore italiano sono legati all'eliminazione di vari rischi (commerciale, politico, ecc.) e la disponibilità immediata dei fondi.I costi dell'operazione sono i seguenti:
- Tasso di sconto determinato dal costo della provvista sui mercati esteri oltre ad uno spread variabile in base alla rischiosità;
- Commissione di forfaiting derivante dall'impiego assunto dal forfaiter nel garantire l'operazione di sconto.


Emessa fattura al tasso di cambio 1,25
Clienti c/cessione 400.000
Merci c/vendite 400.000

Emessi documenti cambiari relativi alla fattura
Cambiali attive 400.000
Clienti c/cessione 400.000

Registrazione incasso da parte del forfaiter
Sconti pass cambiari 10.000
Banca c/c 390.000
Cambiali attive 400.000

di Eleonora Anastasia Ladini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.