Skip to content

Derivato Creditizio


Si chiama derivato creditizio un prodotto finanziario che consente a una controparte di poter fornire protezione nell’eventualità che il sottostante al contratto vari, cioè io banca vendo protezione nei confronti di un altro soggetto con protezione perché abbiamo definito un’attività(sottostante o underlying asset) nei confronti di cui nutro difficoltà, nella speranza che questa vada a scadenza nel miglior modo possibile.
Il premio oggi su Fiat su un contratto di protezione di cinque anni Cds è 1500 basis points, cioè io sono il soggetto 1 e ho in portafoglio il titolo Fiat, scadenza 2017, nel 2003 il mercato quota un premio di 1500 basis points per un contratto a cinque anni, cioè 15 %. L’investimento in protezione non vale la pena, oggi Fiat quota a cinque anni 37, ma come varia la percezione del rischio, ma soprattutto cos’è il rischio?
Il rischio di credito non è dato dalla liquidità(perchè se un’azienda è sana la trova), ma quando il patrimonio netto non riesce a far fronte alle esposizioni, quindi rientrano valore dell’equity e valore del debito.
Il problema è capire dove va a finire lo stato di natura: possiamo ad esempio scommettere chi vince lo scudetto, ma non va sempre così, rientra l’aleatorietà, possiamo fare dei ragionamenti storici per proiettarli nel futuro. Se il punto di partenza si chiama Fiat, ragiono come variabili per giudicare la sua solvibilità sul patrimonio netto, fatta x l’equity e s il valore dell’indebitamento, ciò evidenzia la formula dell’opzione put e call. Il prezzo di opzione non può mai essere negativo, ma fluttua nel tempo; il merito di credito non è rappresentabile con una Normale, perché aumenta la percezione del rischio se non mi tornano i soldi indietro e quindi è assimilabile meglio con la Poisson, quindi subentra il concetto di recupero, mentre il differenziale rispetto a quanto investito è la LGD. Nel settembre 2008 fallimento Lehman; la misura del recovery la da chi ha fornito la protezione. Questi strumenti che proteggono rispetto al rischio di default: lo strumento principe è il CDS, lo swap è simmetrico perché è lineare, ha la proprietà fondamentale di cambiare lato(nell’equity swap ad esempio posso passare da posizione equity a quella di indebitamento). La circolare 263 ha normato e riscritto ciò che prima era verbalmente riconosciuto. Compriamo in portafoglio un titolo di singola A, ci proteggiamo comprando da una controparte bancaria AAA, traslazione rischio di credito senza dover cedere l’attivo sottostante il cui problema è l’aspetto civilistico, gli strumenti di derivati di credito sono diventati anche strumenti con intento speculativo.
Tratto da MATURITY LADDER di Fabio Porfidia
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.