Skip to content

Contabilità aziendale

CONTABILIZZARE significa rilevare delle operazioni, prendere nota in qualsiasi modo delle variazioni di cassa, quindi delle entrate e delle uscite. La contabilizzazione permette di evidenziare le tipologie di spesa, quindi come vengono spesi i soldi.
I vari soggetti, tra loro, possono avere tipologie di spese differenti.
Le rilevazioni devono avere un LINGUAGGIO COMUNE, semplice e veloce, che permetta di comprendere a tutti (italiani o stranieri) il metodo di rilevazione.
Ci sono diversi tipi di contabilità:
CONTABILITÀ ELEMENTARI
Forniscono informazioni riguardanti particolari fenomeni di gestione, considerano singoli elementi costitutivi del patrimonio aziendale e singoli componenti di reddito.
Delle contabilità aziendali fa parte lo SCADENZIARIO: un elenco dei crediti e dei debiti ordinati per scadenza. È uno strumento molto importante sia per i debitori, che in questo modo possono essere avvisati delle scadenze dei debiti, sia per i creditori, che lo usano sempre per verificare le scadenza dei debiti.
Non tutte le contabilità aziendali sono viste da una legge quindi non sono obbligatori, ma facoltativi, l’azienda ne può però trarre un vantaggio.
Però ad esempio ci sono alcune contabilità elementari obbligatorie, come la CONTABILITÀ IVA.
CONTABILITÀ GENERALE
Considera i fenomeni aziendali nella loro unitarietà, riflettendo la gestione nel suo complesso. È obbligatoria.
CONTABILITÀ ANALITICA
Ha come scopo la determinazione e l’analisi dei costi e dei ricavi, nonché il calcolo di risultati economici particolari al fine di orientare le scelte operative e di consentire la programmazione e il controllo della gestione.
L’analisi dei costi e dei ricavi serve quindi per prevedere, programmare, orientare l’azienda. Permette all’azienda di analizzare stati consuntivi (quelli già accaduti), fare previsioni per un esercizio futuro e verificare oltre alla correttezza delle previsioni, anche se l’azienda è in grado di fare previsioni.
Non è obbligatoria.
Rilevazioni statistiche
Sono costituite dalla rielaborazione di dati interni o esterni mediante strumenti tipici della metodologia statistica (tabelle, grafici, indici, ecc.)
Non è obbligatoria.
L’obbiettivo della CONTABILITÀ GENERALE è la determinazione del reddito d’esercizio e del collegato patrimonio di funzionamento.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.