Skip to content

Serie temporali

Le MEDIE MOBILI danno una stima della componente di fondo depurata della stagionalità. Le medie mobili centrate sono riferite all’istante temporale mediano, quindi bisogna costruire la componente di fondo in un momento temporale rappresentativo.
Nelle medie mobili centrali pari bisogna ricorrere alle medie precoci e tardive per arrivare alle medie mobili centrate.
Il LIVELLAMENTO ESPONENZIALE consente di fare previsioni a brevissimo termine.
Esempio:
Abbiamo una serie di dati.
1. RICOSTRUZIONE COMPONENTE DI FONDO : il primo valore la poniamo uguale al primo valore osservato. Il secondo valore è dato dalla formula del livellamento esponenziale (prima formula pag.109) = a * X1 + (1-a) * il primo valore Ft. Le successive le ottengo cliccando. Bloccare alfa.
2. COSTRUZIONE GRAFICO
3. SCELTA DI ALFA :
- PREVISIONI : LA COMPONENTE DI FONDO 2 È DATA DALLA COMPONENTE DI FONDO ALL’ISTANTE IMMEDIATAMENTE PRECEDENTE
- ERRORI : DIFFERENZA TRA IL VALORE OSSERVATO E LA PREVISIONE
- MEDIA ERRORI : =MEDIA(ERRORI)
- VARIANZA ERRORI : =VAR.POP(ERRORI)
- CRITERIO : (MEDIA ERRORI)2 + VARIANZA
Non ci sono la previsione e l’errore del primo elemento, si parte dal secondo (T-1).
Dobbiamo cercare il valore di alfa che rende minimo il valore del criterio:
STRUMENTO RISOLUTORE : serve a calcolare massimi e minimi di funzioni. Vogliamo che il criterio risulti minimo, cambiando la cella alfa. Lo strumento risolutore indica l’alfa ottimo in presenza dei dati.
Si possono aggiungere anche dei vincoli, ad esempio comprendere il valore di alfa tra 0 e 1.
Quando si fa il grafico tra la previsione e l’errore bisogna tenere presente che manca un’informazione in corrispondenza del primo valore.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.