Definizione di "Alchimia"

Arte praticata nella tarda antichità e nel medioevo, progenitrice della moderna chimica, che si proponeva di ricercare un farmaco capace di guarire tutte le malattie e di trasformare i metalli per mezzo della pietra filosofale.
L'alchimia indica la via all'armonizzazione tra i 4 elementi tangibili, che vanno equilibrati in modo che il mercurio volgare si liberi, prima di affrontare il mercurio filosofico (ariete). Il mercurio volgare è quello lunare, ed è quello da dove deve iniziare il cambiamento. Esso riguarda il piano terrestre, materico. Il presupposto dell’alchimia è: tutto è uno. Essendo tutto uno, il modo di apparire del mondo è sotto le stesse modalità d’azione. Modalità che agli uomini appaiono in forme diverse in quanto non riescono a cogliere la legge «come in alto, così in basso». In greco “su” e “giù” significano la stessa cosa: esiste un unico termine per indicare entrambi. (Il simbolo del mercurio filosofico è composto da uno sfera, lo zero, sotto la quale vi è una croce, l’incrocio dei 4 elementi, e sulla quale vi sono le fasi lunari crescente e calante congiunte.)

di Marco Avena [Visita la sua tesi »]