Vantaggi e svantaggi della diversità, le problematiche dell'allargamento nell'Unione Europea: il caso Turchia

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Sgobba Contatta »

Composta da 270 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 905 click dal 18/10/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

In questo lavoro andremo ad analizzare sotto vari aspetti(storico, politico, economico, istituzionale, e sociologico) il processo d'allargamento dell'Unione Europea dalle origini a quello tuttora in corso, senza trascurare tutte le problematiche ad esso correlate.
Nel primo capitolo abbiamo ricostruito fedelmente il cammino dell'integrazione europea dalle sue origini fino al 1989, soffermandoci su tutti i momenti che ne hanno tracciato il cammino futuro, dal quel lontano giorno del 1957, in cui a Roma, si svolgeva il prima atto politico del cammino verso la futura integrazione europea, ovvero la nascita della Comunità Economica Europea(CEE) con la partecipazione dei sei paesi fondatori, Italia, Francia, Germania Ovest, Olanda, Belgio, Lussemburgo, un gesto molto coraggioso per un'Europa che usciva dalla Seconda Guerra Mondiale, dovuta a personaggi che saranno ricordati segni indelebili nel panorama politico europeo, pensiamo solo per citarne alcuni, a Jean Monnet e Alcide de Gasperi.
Il secondo capitolo si apre con un avvenimento epocale, la caduta del muro di Berlino, evento destinato a cambiare per sempre la storia europea, segnando un punto di non ritorno del processo d'integrazione e giunge fino al maggio 2004 altra svolta epocale, data in cui, ben dieci paesi sono entrati a pieno titolo nell'Unione, paesi che solo pochi anni prima erano in gran parte satelliti dell'Ex URSS, e che ora fanno parte della nostra grande casa comune.
Il terzo capitolo affronta il delicato argomento della Costituzione Europea con tutte le implicazioni ad essa correlata e i tanti problemi che ancora attendono una risposta, che dovrà esser data in tempi rapidi, come giustamente pretendono e meritano i cittadini europei.
Il quarto capitolo, è dedicato all'ingresso nel 2007, dei due paesi che ancora mancavano nel 2004, Romania e Bulgaria, con le relative speranze e possibili problemi, che questo ingresso porterà con sè.
Nel quinto capitolo si è andati ad analizzare, nello specifico tutti gli aspetti e le possibili conseguenze del processo di allargamento tuttora in atto, affrontando questo delicato tema sia a livello istituzionale, evidenziando l'orientamento della Commissione e del Consiglio dell'Unione Europea, sia a livello di opinione pubblica, rappresentata dai cittadini europei e dai mezzi di informazione.
Nel sesto e ultimo capitolo, si è analizzata la complessa e enigmatica situazione del possibile ingresso della Turchia nell'Unione, argomento questo, molto delicato che apre scenari e prospettive imprevedibili che lasciano aperti forti dubbi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE 1 In questo lavoro andremo ad analizzare sotto vari aspetti(storico, politico, economico, istituzionale, e sociologico) il processo d’allargamento dell’Unione Europea dalle origini a quello tuttora in corso, senza trascurare tutte le problematiche ad esso correlate. Nel primo capitolo abbiamo ricostruito fedelmente il cammino dell’integrazione europea dalle sue origini fino al 1989, soffermandoci su tutti i momenti che ne hanno tracciato il cammino futuro, dal quel lontano giorno del 1957, in cui a Roma, si svolgeva il prima atto politico del cammino verso la futura integrazione europea, ovvero la nascita della Comunità Economica Europea(CEE) con la partecipazione dei sei paesi fondatori, Italia, Francia, Germania Ovest, Olanda, Belgio, Lussemburgo, un gesto molto coraggioso per un’Europa che usciva dalla Seconda Guerra Mondiale, dovuta a personaggi che saranno ricordati segni indelebili nel panorama politico europeo, pensiamo solo per citarne alcuni, a Jean Monnet e Alcide de Gasperi. Il secondo capitolo si apre con un avvenimento epocale, la caduta del muro di Berlino, evento destinato a cambiare per sempre la storia europea, segnando un punto di non ritorno del processo d’integrazione e giunge fino al maggio 2004 altra svolta epocale, data in cui, ben dieci paesi sono entrati a pieno titolo nell’Unione, paesi che solo pochi anni prima erano in gran parte satelliti dell’Ex URSS, e che ora fanno parte della nostra grande casa comune. Il terzo capitolo affronta il delicato argomento della Costituzione Europea con tutte le implicazioni ad essa correlata e i tanti problemi che ancora attendono una risposta, che dovrà esser data in tempi rapidi, come giustamente pretendono e meritano i cittadini europei. Il quarto capitolo, è dedicato all’ingresso nel 2007, dei due paesi che ancora mancavano nel 2004, Romania e Bulgaria, con le relative speranze e possibili problemi, che questo ingresso porterà con se.