Skip to content

Programmazione e Controllo:

Appunti del corso di Programmazione e Controllo in cui vengono esplicitate le principali modalità di pianificazione aziendale, secondo i principali modelli gestionali. Le trattazioni sono correlate di numerosi esempi chiarificatori che ampliano e specificano i vari argomenti.

Indice dei contenuti:

1. Definizione di pianificazione, programmazione e controllo 2. Modello di Antony di gestione aziendale 3. Il controllo direzionale: tre finalità 4. Sistemi di controllo direzionale: il modello di Amigoni 5. Definizione di costo in pianificazione, programmazione e controllo 6. La classificazione dei costi in relazione al livello dell’attività dell’impresa 7. Il concetto di margine di contribuzione 8. La classificazione dei costi in relazione a differenti oggetti di calcolo 9. Distinzione tra costi variabili e fissi 10. Conto economico direct costing evoluto 11. La classificazione dei costi in relazione alle esigenze di controllo direzionale 12. L’analisi differenziale nel sistema di programmazione e controllo decisionale 13. Esempio di analisi differenziale 14. Esempio di analisi differenziale: eliminare o continuare a produrre una linea di prodotto 15. Esempio di analisi differenziale: accettare o no una commessa 16. Esempio di analisi differenziale: make or buy 17. Esempio di analisi differenziale: decisioni in presenza di vincoli ai fattori produttivi 18. L’analisi costi-volumi-risultati - break-even analysis 19. Analisi di break even point 20. Azienda multiprodotto - determinazione del punto di pareggio 21. Definizione di grado di leva operativa 22. Strumenti della contabilità direzionale 23. Definizione e finalità della contabilità analitica 24. Contabilità analitica e contabilità generale: le differenze 25. Le scelte fondamentali nella progettazione del sistema di contabilità analitica 26. Configurazione a costo diretto o a costo variabile 27. Metodologia direct costing e full costing 28. Esempio di direct costing e full costing 29. Vantaggi e svantaggi del full costing a base unica 30. Definizione di full costing a base multipla 31. Diversi tipi di orientamento nel full costing a base multipla 32. La contabilità per centri di costo: gli step 33. Definizione di Activity Based Costing 34. Limiti dei sistemi contabili tradizionali 35. Struttura e funzionamento dell’Activity Based Costing 36. Le componenti del sistema secondo l'impostazione dell'Activity Based Costing 37. Esempio di Activity Based Costing: TCY COMPANY 38. Definizioni di budget 39. Il budget: dove si colloca 40. Definizione di budgeting 41. Le funzioni del budget 42. I pariziali conflitti tra le funzioni del budget e le tipologie di budget 43. Le tipologie di budget 44. Articolazione del sistema di budget 45. Prima fase del Budget operativo 46. Esempio di prima fase del budget operativo: Caso Sfera 47. Seconda fase di budget operativo: budget della produzione 48. Esempio di seconda fase del budget operativo: Caso Sfera 49. Budget dei costi diretti 50. Budget dei costi indiretti 51. Terza fase di budget operativo: budget dei servizi centrali 52. Budget di conto economico 53. Budget degli investimenti 54. Budget finanziario 55. Budget di tesoreria 56. Esempio di budget di tesoreria 57. Esempio di budget operativo 58. Esempio di budget di tesoreria a sezioni contrapposte 59. Il sistema di reporting 60. L’analisi degli scostamenti 61. Analisi degli scostamenti dei ricavi per un’azienda multiprodotto 62. Analisi degli scostamenti dei costi diretti 63. Analisi degli scostamenti sulle provvigioni 64. Definizione di Gestione degli obiettivi - MBO 65. Attribuzione di obbiettivi nell'MBO 66. Processo di gestione degli obiettivi - MBO 67. Le produzioni congiunte: costi congiunti

 

Dettagli dei contenuti:

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.