Skip to content

Le responsabilità sociali di dipendenti e manager

Dato che l'azione aziendale deriva dall'insieme di azioni individuali, si è tentati di affermare che le primarie  responsabilità delle compagnie sono, o dovrebbero essere, verso i loro dipendenti e manager, quelli che avviano l'azione aziendale. Queste responsabilità sono spesso formulate come obblighi reciproci tra un'impresa e suoi stessi dipendenti. Dipendenti e manager hanno determinate responsabilità di ruolo, delle specifiche lavorative che definiscono le loro responsabilità a lavoro. Queste comprendono le responsabilità di ruolo per operare in modo efficiente e produttivo sul posto di lavoro, non per causare confusioni ingiustificate o maldicenze, né per intraprendere attività che metterebbero la società fuori dal mercato.
Le assortite responsabilità di ruolo dei dipendenti e dei manager sono correlative responsabilità reciproche che ha il datore di lavoro, cioè l'impresa, verso i suoi dipendenti e manager. Queste includono ovviamente l'obbligo di ripagare i dipendenti in modo equo per il loro lavoro. In più, le società hanno le responsabilità di ruolo di riconoscere ai dipendenti le richieste di diritti morali di entrare e uscire, di parlare, di sicurezza, di informazione, di adeguato processo e, come sostiene qualcuno, la partecipazione al processo decisionale aziendale. Quello che è interessante è che queste sono responsabilità morali di ruolo derivanti non semplicemente dagli obblighi legali del datore nei confronti dei suoi dipendenti, ma dal fatto che dipendenti e manager, come la società, sono agenti morali; infatti, sono delle persone morali.
E' difficile non ingigantire le responsabilità aziendali verso dipendenti e manager dato che la corporate agency e action (l'azione e l'agente aziendali) sono derivati dalla moral agency e action (azione e agente morali) dei dipendenti e manager. Comunque, la deficienza di questo approccio sta nel fatto che dà priorità alla responsabilità aziendale in modi che tendono a trascurare altre responsabilità aziendali, in questo caso la responsabilità verso gli azionisti, i clienti, i fornitori e le comunità. Il punto di vista di uno stakeholder invece, prova a equilibrare le responsabilità aziendali, piuttosto che focalizzarsi su una sola area di obblighi.
Tratto da CORPORATE RESPONSIBILITY di Valentina Marchiò
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.