Skip to content

L'inadempimento del contratto


L’attenuarsi del ruolo della colpa e la centralità dell’inadempimento è una costante nelle fonti europee.
Con il contratto sorge il diritto alla prestazione che contiene il diritto alla risoluzione e al risarcimento.
Non è l’inadempimento il fatto costitutivo della domanda ma l’adempimento fatto estintivo dei diritti già sorti; sicché, come vedremo, deve essere il debitore a provare di aver adempiuto.
In sintesi, la colpa non può che assumere un ruolo diverso nella responsabilità contrattuale (rispetto alla extracontrattuale), perché essa non è il fondamento della responsabilità ma è espressione del contratto.
La colpa non si atteggia in astratto come imperizia o negligenza; bensì come inosservanza del comportamento dovuto in forza del concreto rapporto risultante dalla sua fonte.
Tratto da DISCIPLINA GIURIDICA DEI CONTRATTI di Stefano Civitelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.