Skip to content

IAS 18 – Ricavi

STRUTTURA
- FINALITÀ E AMBITO DI APPLICAZIONE
- DEFINIZIONE DI RICAVO E DETERMINAZIONE DEL FAIR VALUE
- PERMUTA DI BENI E SIC 31
- IDENITIFCAZIONE DELLE COMPONENTI
- VENDITA DI BENI
- PRESTAZIONI DI SERVIZI
- CASE STUDIES
- IFRIC 13 – CUSTOMER LOYALTY PROGRAMMES
- DRAFT IFRIC 21 AGREEMENT FOR THE CONSTRUCTION OF REAL ESTATE
- DRAFT IFRIC 24 CUSTOMER CONTRIBUTION

FINALITÀ E AMBITO DI APPLICAZIONE
Riconoscimento di ricavi da:
- vendita di beni
- prestazione di servizi
- utilizzo da parte di terzi di beni dell’impresa (interessi, royalities e dividendi)
Sono esclusi dalle finalità le commesse a lungo termine, i contratti di locazione, i contratti di assicurazione, il settore agricolo ed estrazioni minerali.

DEFINIZIONE DI RICAVO
I ricavi sono entrate lorde di benefici che affluiscono all’azienda grazie alla sua attività caratteristica. Sono incrementi di PN differenti dagli aumenti di capitale e dalle contribuzioni dei soci.

DETERMINAZIONE AL FAIR VALUE
I ricavi devono essere valutati al fair value del corrispettivo ricevuto.
Nella maggior parte dei casi è il valore nominale delle disponibilità liquide ricevute o ricevibili (al netto di sconti)
Se vi sono corrispettivi differiti potrebbe essere necessaria l’attualizzazione. Quindi il ricavo che contabilizzo oggi è il ricavo attualizzato. La differenza rappresenta un interesse attivo.

ATTUALIZZAZIONE
Il tasso di interesse figurativo che è più chiaramente determinabile tra:
- il tasso prevalente per uno strumento simile (per scadenza, tasso durata) di un emittente con una posizione finanziaria simile;
- il tasso di interesse che attualizza il valore nominale al prezzo di vendita corrente per pagamento in contanti.
La differenza è l’interesse.

RENDIMENTO EFFETTIVO
Tasso di interesse richiesto per scontare il flusso degli incassi futuri attesi al valore iniziale dell’attività
- previsione dei flussi di cassa futuri
- calcolo del tasso interno di rendimento

Esempio:
- attività acquistata per 249
- frutta interessi per 100 ogni anno per tre anni

PERMUTE DI BENI/SERVIZI
Se i beni o servizi sono simili non va rilevato nessun ricavo.
Se i beni sono differenti il ricavo va riconosciuto al fair value dei beni e servizi ricevuti o, se non determinabile, dei beni e servizi dati.

Tratto da INTERNATIONAL ACCOUNTING -CORSO PROGREDITO di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International accounting

Sintetici appunti della materia, nei quali si delineano i punti chiave dell'esame relativo alla redazione del bilancio consolidato. Numerosi esempi esplicativi ed esercitazioni che specificano il tema.