Skip to content

Diversità delle culture


Per capire come e in che misura le culture umane differiscano tra loro bisogna stabilirne l’inventario. Le culture umane non differiscono tra loro allo stesso modo, né sullo stesso piano. Innanzitutto le società “selvagge” o “primitive” furono precedute da altre forme la cui conoscenza è impossibile, quindi l’inventario non può essere del tutto completo.
La diversità delle culture dunque è presente ma è anche nel passato.
Il problema della diversità non riguarda solo i rapporti tra culture, ma esiste anche in ogni singola società nella divisione in caste, in classi, anzi probabilmente la diversificazione interna aumenta quando la società diventa più omogenea. Il concetto di diversità delle culture non è statico e nessuna società si è sviluppata nell’isolamento da tutte le altre.
Tratto da RAZZA E STORIA. RAZZA E CULTURA di Anna Carla Russo
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Il pensiero politico dall'Umanesimo all'Illuminismo

Appunti utili per l'esame - Storia delle categorie politiche - Storia del pensiero politico, completa ed accurata, da Macchiavelli a Beccaria.