Skip to content

Dimensioni della cultura


La sociologia della cultura contemporanea da una definizione di cultura diversa da quella fornita da Taylor nell'antropologia classica. Secondo Peterson (1979) la cultura è formata da quattro tipi di elementi: norme, valori, credenze e simboli espressivi. La cultura è vista quindi con un sistema cognitivo, cioè come un insieme di proposizioni, di tipo sia descrittivo sia normativo sulla natura, l'uomo e la società.
Nella cultura rientrano moltissimi aspetti della vita: le norme contenute nel codice civile, la credenza nella religione, le regole del baseball, ma anche oggetti materiali che incorporano contenuti simbolici (es. la bandiera come simbolo dell'unità nazionale). Anche la cultura materiale, che molti antropologi e sociologi pongono al centro dell'analisi della cultura di ogni società, rientrano nella cultura in quanto gli oggetti materiali portano con se dei significati immateriali, cioè rappresentano qualcosa che va oltre l'utilità pratica che l'oggetto stesso riveste per l'individuo (es. i punk che si vestono di nero come simbolo di appartenenza e un'idea di non conformismo).
Le proposizioni culturali e non, si differenziano per quanto riguarda alcune importanti dimensioni.
In primo luogo differiscono sul piano della coerenza-incoerenza.
Tratto da SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI di Manuela Floris
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.