Skip to content

La nascita del Cominform - 1947 -

La nascita del Cominform - 1947 -


I comunisti pure tentarono di cambiare rotta ma con risultati scarsi, anche perché in quel momento il PCI non era del tutto libero. Era infatti nato da poco il Cominform. La sigla Cominform (derivata da "Communist Information Bureau") indicava l'Ufficio di Informazione dei Partiti Comunisti e Laburisti, costituito a Szklarska Poreba nel settembre del 1947 allo scopo di scambiare informazioni tra i partiti comunisti dei vari paesi europei, fra cui il Partito Comunista Italiano. Nacque in seguito ad una conferenza dei principali esponenti dei partiti comunisti dell'est europeo, tenutasi a Szklarska Poreba (Polonia) e convocata da Stalin tra il 22 e il 27 settembre 1947 per risolvere uno stallo nel quale si erano posti i governi dell'Europa orientale, in contrasto fra loro sui metodi per sviluppare le "democrazie popolari" di recente createsi, e sulle vie per lo sviluppo socialista. Fu filiazione del bisogno di Stalin nel dare un'organizzazione alla propria sfera d'influenza politica, atta a controbattere il "Piano Marshall" e la "Dottrina Truman" Il primo radicale effetto derivante dalla prima conferenza del 1947 fu quello di promuovere nei mesi ed anni successivi, l'assorbimento di tutti i vecchi partiti socialdemocratici dell'Europa dell'est coi partiti comunisti, al governo nei diversi "Fronti Nazionali" sotto l'influenza sovietica (Ungheria, Bulgaria,
Romania, Polonia, Cecoslovacchia, Jugoslavia), di modo da consolidarne il potere ed entrare de facto sotto l'ala d'influenza dell'URSS.
Critiche durante il primo congresso furono mosse a Polonia e Cecoslovacchia, ove i comunisti si trovavano al potere in coalizioni molto ampie e di matrice più prettamente parlamentare. Più aspri invece furono i rimproveri nei confronti dei partiti Italiano e Francese (gli unici due partiti invitati che in europa non erano al potere), in quanto non avevano saputo approfittare della forza derivante dalla resistenza per ottenere un potere più ampio, e di essersi lasciati intrappolare nel sistema parlamentaristico fornendo aiuto alle forze poi sostenute dal Piano Marshall. Da questi eventi e timorosi delle conseguenze nelle prossime elezioni, PCI e PSI decisero di fondersi in un unico partito: il Fronte Democratico Popolare.
Tratto da STORIA CONTEMPORANEA di Gherardo Fabretti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.