Skip to content

Prospettive evolutive


Traendo le doverose conclusioni, è chiaro che l’America dovrebbe affrontare il delicato dibattito pubblico sulla razza, partendo dal presupposto che il vero problema risieda nella divisione della popolazione in gruppi etnici antagonisti e che le soluzioni da adottare andrebbero specificamente individuate in quest’ambito.
Nonostante questa chiarificazione, è evidente che i neri sono politicamente deboli, non avendo mai ottenuto benefici sociali o politici, salvo che anche i bianchi non ne godessero i medesimi vantaggi.
Di conseguenza, l’unica strada aperta alle minoranze nere è la possibilità di aderire, in maniera solidale, alla causa comune dei poveri, dei sindacati, dei movimenti per i diritti delle donne, degli ambientalisti e degli ispano-asiatici e nativi americani. L’obiettivo comune dovrebbe, quindi, rafforzare la democrazia ed eliminare la discrasia fra gli interessi dei cittadini e quelli dei loro capi di governo, poiché solo un’America più democratica potrebbe far fronte in maniera efficace alle richieste di giustizia razziale.
Infine, per debellare definitivamente la discriminazione razziale, sarà indispensabile affrontare i due fenomeni attualissimi della Globalizzazione e della Tecnologia, che, senza dubbio, minacciano tutta la popolazione umana e in maniera spropositata quella nera, in una scala che fa apparire insignificanti i problemi razziali familiari.
Tratto da AFFRONTARE IL RAZZISMO IN AMERICA di Luisa Agliassa
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: