Skip to content

Elenco appunti ateneo Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)

Linguaggi della Pubblicità

Per arrivare all'argomento pubblicitario vero e proprio bisogna porsi una domanda: cos'è la comunicazione? La comunicazione semplicemente la si vede come un ponte, sul quale transitano idee, emozioni, punti di vista, e per far si che questo avvenga, entrambe le parti devono compiere un passo uno verso l'altro. È un corso che principalmente si basa su esempi che saranno individuabili su YouTube e in alcuni sono presenti foto che li rappresentano. Sono spiegate le tecniche di scelta di una pubblicità e le più importanti agenzie pubblicitarie. È presente inoltre un focus sull'evento Super Bowl, importantissimo a livello pubblicitario.

Autore: Carola Rubello
Esame: Linguaggi della Pubblicità
Docente: Guido Cornara

Economia Politica

Gli appunti trattano tutto il corso esposto in aula durante le letture, coprendo praticamente tutte le sfaccettature che si possono avere solo seguendo un corso di laurea in presenza. Il documento comprende moltissimi concetti di base della microeconomia e della macroeconomia. I più importanti concetti esposti partono da un'introduzione generale sulla scienza economica e l'economia, concentrandosi sulla domanda e offerta di mercato, sui diversi tipi di elasticità della domanda e dell'offerta. Vengono analizzate tutte le forme di mercato che si studiano in microeconomia, fra le quali: concorrenza perfetta; monopolio; concorrenza monopolistica; oligopolio. Per tutte le forme di mercato vengono esposte le differenze fra breve e lungo periodo e fra singola impresa e mercato. Per l'oligopolio viene illustrato con esempi come si formano le strategie di collusione e di cartelli, anche attraverso la teoria dei giochi con l'equilibrio di Nash. Per il monopolio viene fatta una digressione per illustrare le caratteristiche salienti del monopolio di tipo naturale, come si forma e perchè in questo caso particolare è preferibile alla concorrenza perfetta. Successivamente, per quanto riguarda la parte di macroeconomia si analizzano i capisaldi della contabilità nazionale, assieme ai vari livelli di complicazione del flusso circolare del reddito. Infine, viene spiegato il modello della spesa aggregata reddito, introdotta la domanda e offerta di moneta assieme anche all'integrazione sul sistema monetario europeo. Gli schemi che il documento propone, infine, sono perfetti per fissare in mente un'immagine visiva chiara dei concetti esposti a parole che, non avrebbero lo stesso impatto se non rappresentati con grafici che mostrano i cambiamenti dei fattori che li compongono sia a livello micro che macro economico.

Autore: Riccardo La Camera
Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
Corso: Comunicazione d'impresa
Esame: Economia Politica
Docente: Annamaria Bagnasco e Angela Besana

La Guerra Civil Española

Tesina in spagnolo sulla guerra civile spagnola scritta in Erasmus in Spagna. Il materiale è e relativo al corso di "Análisis Del Entorno Social Y Su Evolución Histórica" anno accademico 2005/2006 - Universidad SEK di Segovia (Spagna).

Autore: Filippo Amelotti
Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
Corso: Scienze e Tecniche della comunicazione
Esame: Análisis Del Entorno Social Y Su Evolución Histórica

Laboratorio di scrittura per i media

Appunti del corso di "Laboratorio di scrittura per i media" su regole di base per la scrittura (elementi di ortografia e grammatica) e sulla redazione di un testo accademico (raccolta delle fonti, struttura, note bibliografiche, citazioni e bibliografia).

Autore: Filippo Amelotti
Facoltà: Scienze della Comunicazione
Corso: Scienze e Tecniche della comunicazione
Esame: Laboratorio di scrittura per i media
Docente: prof.ssa Varon

Elementi di narratologia

Appunti del corso di "Laboratorio di scrittura per i media" che esaminano i principali elementi di narratologia. Studio delle singole problematiche di cui si occupata la narratologia e di definirne i contenuti, le tendenze e i risultati teorici.
Argomenti affrontati:
• Il percorso generativo del senso
• Quadrato semiotico, sequenza narrativa canonica e modello attanziale
• Modalità e programma narrativo complesso
• Ruoli tematici e strutture discorsive
• Lettori modello e mondi possibili
• Semiotica interpretativa e narratologia
• Autore e Lettore Modello
• Interpretazione ed uso dei testi: topic, isotopia e “intenzioni”
• Mondi possibili
• La struttura narrativa
• La struttura narrativa
• La struttura narratologica e lo schema in tre atti di Syd Field
• Storia e discorso
• Storia e racconto
• Il modello di Chatman
• Storia e discorso in Genette

Autore: Filippo Amelotti
Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
Corso: Scienze della Comunicazione
Docente: prof.ssa Varon

Il cinema italiano tra gli anni '60 e '70

Appunti sulla dispensa di Storia del cinema italiano incentrata sul rapporto tra il cinema e i cambiamenti della società negli anni '60. Il boom economico e i movimenti del '68 cambiano il volto del pubblico e i registi devono capire quale voce dare alle proprie produzioni. Il rinnovamento del discorso filmico con "L'avventura" e "La Dolce Vita". CI si sofferma poi sul cinema di Ermanno Olmi, di Monicelli e sul principale genere del cinema made in Italy del periodo, lo spaghetti western, declinato da Sergio Leone, Corbucci, Sollima. Infine si tratteggia il passaggio di tematica che i film italiani affrontano dalla commedia italiana alla commedia all'italiana.

Autore: Asia Marta Muci
Esame: Storia del cinema italiano
Docente: Gianni Canova

Il cinema italiano dalle origini agli anni novanta

Questi appunti trattano il testo di Brunetta "Guida alla storia del cinema italiano", che tocca i principali nodi di sviluppo dell'avventura cinematografica in Italia. Si parte dalle origini, quindi dal cinema muto e dalle prime sale cinematografiche, per incontrare poi il periodo dei grandi colossal e film storici italiani, con diffusione anche all'estero, e l'esperienza del futurismo. Si indaga il periodo della produzione sotto il fascismo dove il cinema diventa strumento di propaganda, fascista o anti-fascista. Gli anni post-bellici si distinguono per il periodo della ricostruzione e del neorealismo, che si conclude in parte con l'avvento del boom economico. Si passa poi attraverso il periodo del '68 e le trasformazioni industriali e sociali degli anni '70/'80, con il cinema che indaga i rapporti generazionali, i mutamenti nel paesaggio, la nuova società. è il periodo dello sviluppo dei grandi generi cinematografici, del predominio delle majors e della cultura americana, della nascita del divismo e del trash. Non possono mancare accenni ai grandi registi italiani: Fellini, Rossellini, Bertolucci, Antonioni, Pasolini, Bellocchio, Moretti.

Autore: Asia Marta Muci
Esame: Storia del cinema italiano
Docente: Gianni Canova