Skip to content

Mastoplastica - tipi di protesi


La mammella si estende dalla II-III costa sino alla VI-VII e quella ideale ha una forma tondeggiante. Parametri importanti, e quindi da considerare nella mammella da operare, sono la simmetria delle due mammelle e la proporzionalità rispetto all’altezza della paziente.
Nella mastoplastica additiva le protesi possono essere di 3 tipi:

Soluzione salina
Gel di silicone
Hydrogel

Inoltre le protesi possono essere a monocamera o a doppia camera e la forma rotonda o anatomica. Le protesi con soluzione fisiologica sono scarsamente utilizzate per l’effetto poco naturale al tatto e per la frequente comparsa di ondulazioni superficiali dovuta al fatto che tendono a sgonfiarsi nel tempo; tuttavia negli USA è la protesi di prima scelta.
Il gel di silicone offre un risultato più naturale specie alla palpazione e, diversificando la densità, il gel può avere diversi gradi di compattezza.
L’Hydrogel è una soluzione acquosa addensata da polisaccaridi poco usata per i problemi che può causare (fuoriuscita del liquido ecc.).
Le protesi rotonde contengono un gel morbido o coesivo e possono essere riempite a vari gradi: le iperriempite sono meno morbide a vantaggio però di un bordo più regolare.
Le protesi anatomiche hanno una forma più simile a quella della mammella e contengono un gel più coesivo che si mantiene compatto in caso di rottura dell’impianto.
Il volume delle mammelle viene valutato con il sistema delle coppe: la coppa corrisponde alla differenza fra circonferenza toracica (misurata a livello del solco mammario) e circonferenza mammaria (misurata a livello del capezzolo in ortostatismo).
La sede dell’incisione cutanea (in media ampia 4-5 cm) può essere:

Solco inframammario
Areola
Ascella
Ombelico

Tratto da CHIRURGIA PLASTICA di Lucrezia Modesto
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro