Skip to content

Il sistema dei segni distintivi: la ditta, l'insegna e il marchio

In un mercato che vede la coesistenza di più imprenditori, i quali producono beni o servizi identici o similari, ricopre una grande importanza il sistema dei segni distintivi (la ditta, l'insegna e il marchio). Questi permettono ai consumatori di identificare con precisione l'imprenditore e quindi di operare scelte consapevoli.
Gli imprenditori sono tutelati dal divieto di precludere ai concorrenti l'uso di segni similari idonei a sviare la propria clientela. Inoltre possono cedere ad altri i propri segni distintivi, monetizzando l'autonomo valore economico.
I segni distintivi rispondono anche all'interesse dei terzi che entrano in contatto con l'azienda a non essere tratti in inganno sull'identità dell'imprenditore. In questo modo si garantisce uno svolgimento ordinato e leale della competizione concorrenziale.
In generale l'imprenditore:
gode di ampia libertà nella formazione dei propri segni distintivi;

ha diritto all'uso esclusivo dei propri segni distintivi;
può trasferire ad altri i propri segni distintivi.


Tratto da DIRITTO COMMERCIALE di Alexandra Bozzanca
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Economia Aziendale, un'introduzione

Appunti del corso di Economia Aziendale. Consentono una familiarizzazione con i principali temi e argomenti della materia, approfondendo tutto ciò che riguarda gli aspetti economici dell'azienda. Corredati di numerosi esempi.