Skip to content

Business Angels


Ai fondi si affiancano i Business Angels, che operano con la stessa logica. Si tratta di manager con lunga esperienza in un settore industriale e che decidono di investire in imprese apportando denaro, si comportano come se fossero un fondo di private equity con natura individuale. Apportano risorse ad una start up o ad aziende maggiormente mature. Sono soggetti che hanno competenze congruenti con le caratteristiche della società in cui investono. La prima cosa che l’imprenditore deve occuparsi di redigere è un buon business plan, solido.

Come si snoda l’operazione del fondo?

Una volta inviato il business plan ad un fondo, il fondo decide di proseguire. Il fondo quindi deve svolgere un’attività di due diligence, cioè di analisi dei dati.
Se si decide di avviare questa attività, si svolge sulla base di una firma tra le parti relativamente ad un accordo di riservatezza. Occorre che il fondo e i suoi consulenti garantiscano impegni di riservatezza per un certo periodo di tempo, periodo di esclusiva a carico della società target.

L' impegno di esclusiva prevede che non siano avviate altre operazioni e azioni con fondi concorrenti. Questi accordi vengono siglati e danno il via alla due diligence che coinvolge un periodo di tempo piuttosto lungo. Previamente di solito il fondo invia all’imprenditore una manifestazione di interesse che consiste in un’offerta non vincolante e in cui descrive a tratti la sua idea di valore della società stessa, ma la mia manifestazione è subordinata ai risultati della fase di due diligence. Può anche essere una lettera di intenti.

La due diligence è normalmente svolta dai manager del fondo, ad esempio può essere industriale, legale (avvocati che analizzano contratti, contenziosi eventuali problemi legali), ambientale (se società opera in contesti sensibili a livello ambientale, come società chimiche, i rischi ambientali sono importanti a livello economico), finanziaria (bilanci messi a disposizione ed esaminati in modo approfondito) e anche fiscale. Si mette a setaccio la società target mettendo sotto esame la sua situazione con il fine di verificare eventuali presenze di problemi e criticità - la due diligence serve per meglio orientare la valutazione da parte del fondo e per individuare l’ammontare di valore rispetto anche a quanto scritto nella lettera di intenti o nelle manifestazioni di interesse nei confronti della società target.

Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Diritto del mercato finanziario e degli strumenti derivati

Appunti di diritto del mercato finanziario e degli strumenti derivati, anno accademio 2010-2011, docente: Sandro Amorosino;