Skip to content

Il processo di consolidamento


Come si fa il consolidamento?
Esiste il PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO.

Il primo problema è: quali sono le società i cui bilanci devono essere consolidati? E secondi quali metodi?
La prima cosa da fare è stabilire l’AREA DI CONSOLIDAMENTO: l’ area di consolidamento dovrebbe coincidere con il gruppo.
Ma non è sempre così; non è detto che l’area di consolidamento coincida con il gruppo → alcune società possono essere inserite, e altre eliminate.
Storicamente si è visto che vengono utilizzati dei meccanismi per “ingannare” il lettore del bilancio, inserendo nel consolidato il “bello”, e lasciando fuori il “brutto”.

La prima cosa da fare è verificare che i bilanci del gruppo siano omogenei; se non è così devono essere omogeneizzati tramite rettifiche per poter fare il bilancio consolidato.
Ottenuta l’ omogeneità dei bilanci, si attuano le somme e successivamente si applicano le rettifiche di consolidamento.

Il bilancio consolidato non deve essere approvato dall’assemblea; essa approva solo il bilancio d’esercizio.
Il consolidato venne introdotto in Italia nel 1991 con il Decreto Legislativo 127/1991, mentre l’approvazione del bilancio è definita dal codice civile (il consolidato è rimasta fuori dal codice civile).

Dopo l’approvazione del bilancio d’esercizio, esso deve essere depositato; anche il bilancio consolidato deve essere depositato. 

Tratto da ECONOMIA DEI GRUPPI di Mattia Fontana
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International Accounting -corso progredito

Appunti di International Accounting che approfondiscono quelli relativi al corso base. Più nel dettaglio viene presa in considerazione la descrizione puntuale con numerosi esempi dei capisaldi della materia, in particolare IAS e IFSR.