Skip to content

Cura di sè. Platone, Ellenismo e monachesimo




PLATONE > conosci te stesso = individua i semi della conoscenza e della verità;
ELLENISMO > volgiti a te = concentrarsi su se stessi;
MONACI > esamina te stesso (decifrare il soggetto);
Da cosa deve distogliere lo sguardo l’ellenico rivolgendolo verso sé? Dagli altri, e dalle cose del mondo. Dall’agitazione quotidiana e dalla curiosità. De curiositate di Plutarco. Il termine curiosità indica l’indiscrezione. Dobbiam piuttosto occuparsi delle nostre mancanze. La curiosità va spostata verso cose più gradevoli: i segreti della natura, le storie degli storici ed il ritiro (otium) in campagna. Occorre aggiungere esercizi come quelli di memoria o passeggiare e guardare avanti. Separarsi da uno sguardo malevolo e malizioso per concentrarsi su di sé e sul cammino da fare per muoversi verso la meta. Il soggetto non va decifrato, ma l’attenzione portata allo scopo. Non ci si costituisce come oggetto di analisi, ma ci si concentra per avere sempre davanti agli occhi ciò cui si tende. Tiro con l’arco. Fare il vuoto attorno a sé=pensare solo alla meta. La cosa da raggiungere è appunto il sé.

Tratto da ERMENEUTICA DEL SOGGETTO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro