Skip to content

Vita vissuta e pensata come prova



La vita va vissuta e pensata come prova. De providentia di Seneca: il padre deve educare con rigore e coraggio, e vigilare sul figlio affinché venga formato. Così Dio. I malvagi e riposano e vivono tra delizie..perchè? essendo loro cattivi dio li abbandona alle voluttà trascurando la loro educazione, mentre sottopone a prova i buoni per rafforzarli. Due idee: la vita nella sua interezza è un'educazione, come nell’alcibiade si dice che ci si deve occupare di sé per tutta la vita. Ora le sventure stesse della vita saranno in grado di educarci. Poi tale cosa ha una funzione discriminante tra buoni e malvagi. La vita come prova è riservata solo ai buoni. Nelle diatribe Dio è un maestro di ginnasio che riserva ai migliori avversari più rudi per rafforzarli. Si può poi trarre profitto da ogni difficoltà. Chi mi insulta diviene il mio allenatore quando esercita la mia calma. Solo la nostra opinione ci fa credere che certe cose siano un male. Nello stoicismo classico il pensiero annulla la sofferenza. In epitteto non si annulla la sofferenza ma vi si abbarbica, si valorizza. La sventura è un bene perchè si tratta di una sventura. L’idea della prova è un' idea greca dei miti classici, come eracle, Edipo e Prometeo. Lì c’è un scontro con gli dei, la prova emerge come somma delle sventure che gli dei inviano agli uomini per sapere se riusciranno a resistervi. Braccio di ferro tra uomini e dei. Dopo l’uomo si riconcilia col dio. Ma la prova stoica è diversa. È in virtù di un paternalismo che gli dei fan soffrire l’uomo. Ma come ci si prepara a questa cosa? La questione del cristianesimo: preparare a cosa? Per Seneca non è importante. C’è allora predestinazione? Seneca ed epitteto non considerano tali problemi. La vita come prova e la prova come discriminazione sono due temi che vedremo trasferiti alla spiritualità cristiana sotto un' altra fisionomia: la questione di immortalità e salvezza e quella della predestinazione e della libertà. Qui si vuole solo definire un' arte di vivere, che è necessaria all’uomo per ben vivere.
Tratto da ERMENEUTICA DEL SOGGETTO di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro