Skip to content

Introduzione a Voltaire



Nacque nella grande Francia del re Sole, morì in una nazione che si avviava a grandi passi verso la crisi rivoluzionaria. La sua vita accompagnò tutta la parabola dell'illuminismo francese, del quale fu sino alla morte il "patriarca", il capo riconosciuto e celebrato, in patria e all'estero. Per le lumières combatté una battaglia durata cinquant'anni, con la sua filosofia, la sua azione, la sua penna. Decisivo,per la formazione del suo pensiero, fu il soggiorno In Inghilterra, dove entrò in contatto col deismo, con la grande tradizione filosofica dell'empirismo di Barone e di Locke e con la nuova scienza di Newton. I risultati di tale esperienza sono condensati nelle "Lettere filosofiche" , in cui l'esaltazione del sistema inglese, serve per condurre un violento attaccò al sistema francese, tutto intessuto di disuguaglianze e privilegi. scrive poi "Elementi della filosofia di Newton", che ha l'intento di divulgare e far conoscere il filosofo inglese anche in Francia, dove ancora l'ambiente filosofico era dominato dal cartesianesimo. Combatte contro l'intolleranza, il fanatismo, la superstizione e contro le aberrazioni di un sistema giuridico che su questa intolleranza si fondava. La superstizione, afferma V, va combattuta senza quartiere con lo "spirito filosofico che non è altro che ragione, il solo antidoto contro questa epidemia".
Tratto da FILOSOFI DELL'ETÀ MODERNA di Carlo Cilia
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro