Skip to content

Il centro frenico del diaframma

IL CENTRO FRENICO DEL DIAFRAMMA


Il CENTRO FRENICO è un ampio tendine centrale la cui forma ricorda quella di un trifoglio con una foglia centrale, una destra e una sinistra. Sulla parte destra il centro frenico presenta un foro che permette il passaggio della vena cava inferiore.

Dalla parte anteriore della foglia centrale originano fasci muscolari che si inseriscono sulla faccia posteriore del processo xifoideo dello sterno e costituiscono la parte sternale del muscolo. 

Dalla porzione laterale delle tre foglie originano fasci che si portano fino alla faccia interna delle ultime 6 coste, formando la parte costale del muscolo. 

I fasci che originano dalla porzione posteriore delle foglie si inseriscono sulle vertebre lombari formando la parte lombare del muscolo:
- I fasci che originano dalla porzione posteriore della foglia centrale inizialmente si incrociano delimitando l’orifizio esofageo del diaframma che permette il passaggio dell’esofago e dei nervi vaghi. Poi i due fasci si distaccano formano i PILASTRI MEDIALI DESTRO e SINISTRO del diaframma che si inseriscono nei corpi delle prime 3 vertebre lombari. Nella loro porzione inferiore determinano un altro orifizio, l’orifizio aortico, per il passaggio dell’aorta e del dotto toracico.
- I fasci che originano dalla porzione posteriore delle foglie  laterali formano: i PILASTRI INTERMEDI che si inseriscono sul corpo della seconda vertebra lombare e i PILASTRI LATERALI che si inseriscono sui processi trasversi della seconda vertebra lombare. 
Tra i pilastri mediali e quelli intermedi si formano due orifizi che permettono il passaggio dei nervi splancnici e a destra della vena azigos, a sinistra della emiazigos. Tra i pilastri intermedi e quelli laterali passano i tronchi del simpatico.

Tra la parte costale e quella sternale è presente il TRIGONO STERNOCOSTALE. Tra la parte lombare e quella costale è presente il TRIGONO LOMBOCOSTALE.

Il diaframma è rivestito dalla FASCIA DIAFRAMMATICA che nella faccia superiore separa il muscolo dalla pleura diaframmatica e dal pericardio, e in quella inferiore lo separa dal peritoneo parietale.

Azione: è innervato dal nervo frenico e con la sua contrazione si abbassa e solleva le coste, ampliando la cavità toracica e quindi permettendo l’inspirazione; contemporaneamente riduce la cavità addominale e aumenta la pressione addominale.
Tratto da I MUSCOLI DEL TORACE di Luca Sciarabba
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: