Skip to content

Aspetti costitutivi del colloquio psicologico

Elementi del colloquio acquistano senso solo considerati nella gestalt del colloquio.
2 XSONE:
conduttore : professionista che deve facilitare la conversazione , la relazione  e il processo d conoscenza.
Per adempiere a qsti compiti egli deve avere
-Teoria generale d riferimento che dia imp al soggetto, che derivi dalla sua culture generale ed accademica.
-Teoria specifica che lo guidi nell’individuare le aree d indagine  a cui mirare.
+ influenza delle sue caratteristiche d xsonalità
.effetto alone  (aspetti d un tratto estesi a ttt xsonalità), errore logico (collegam tra tratti)
Pregiudizio
Influ del sesso, razza, stato socioeconomiche studi nn univoci.
Effetti delle euristiche -> ancorarsi alle prime impressioni, correlazione illusoria tra eventi, + inclinazione verso un’ attribuz disposizionale interna che esterna.

Attenzione inoltre alle proprietà formali: aspetti della produttività  verbale del colloquio, linguaggio caratt temporali, nn del contenuto.

Soggetto: è colui che è al’interno del rapporto interpersonale allo scopo di raggiungere un processo di conoscenza che lo riguarda.
Caratteristiche che possono influ il colloquio sono:
-età (in relaz a motivazione aspettativa xsonalità modalità di comunicaz)
-livello socioeconomico (influ la reciproca comprensione, pox d mettersi dal pt d vista del soggetto)
-Motivazione  aspetto dinamico della condotta e modalità d’uso dell’energia psichica necessaria x mantenimento d una certa attività
Estrinseca (tema proposto dall’intervistatore) -intrinseca (interesse x processo d conoscenza) -> xò distinz sfumata e la condizione necessaria al colloqui è che la motivaz diventi intrinseca xè qst xmette d autodeterminare i proprio comportamenti  e integrare comportam e valori cn il proprio se.
Rispetto alla motivazione estrinseca sn stati individuati 4 stili d regolazione del comportamento lungo un continuum risp al loro grado d autodeterminazione:
esterna: (premio punizione)
introiettata: (pressioni connesse alla stima d se)
derivante da identificazione : (comportam adottato xè ritenuto importante a livello xsonale)
integrata: ( in un coerente senso di sé)
+ motivaz può essere soggettiva-oggettiva \ conscia o inconscia
Si distingue dall’aspettativa xè qst ultima è essenzialm affettiva e meno consapevole
In ambito clinico aspettativa  caratterizzata dall’ urgenza del bisogno e grado d consapevolezza di tale urgenza

1 Scambio verbale
2 caratteristiche principali:
scelta del linguaggio: dv adattarsi a quella del soggetto -> xmettere d esprimersi nella forma che gli è + idonea)
modo d porre le domande: dirette x asp razionali, indirette e proiettive (chiedere d immaginare) x sentimenti ed emozioni.
Tratto da IL COLLOQUIO COME STRUMENTO PSICOLOGICO di Beatrice Segalini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro