Skip to content

Il Radiodramma


Il racconto a puntate fu sfruttato anche dalla radio, l’avvento di un mezzo comunitario e domestico facilitava il rapporto col pubblico ancora analfabeta. L’ascolto di novelle era reso coinvolgente dall’interpretazione degli attori. Si passa dal feuilleton al radiodramma: le opere drammatiche scritte per la radio. Si tratta di un macrogenere che comprende testi inediti e trasposizioni letterarie, declinati in diversi generi. La scrittura si basa su poche storylines su un intreccio semplice. A influenzare la struttura narrativa dei radiodrammi contribuiscono le caratteristiche del mezzo.

Celebre è la trasmissione di Orson Welles (la guerra dei mondi) che è la trasposizione radiofonica dell’omonimo romanzo di George Wells, in cui si immagina lo sbarco degli extraterrestri sulla terra. Molti spettatori non colsero il contesto di finzione e si riversarono nelle strade questo testimonia il rapporto tra realtà e finzione. La radio che adempiva un ruolo informativo. 
In italia si arriva a comprendere tardi la potenzialità del radiodramma, le trasmissioni diventano regolari nel 1924 e per tutto il periodo fascista il mezzo ha funzione propagandistica. Non mancano le trasmissioni di intrattenimento ma con poche produzioni originali.
Fin dall’inizio la radio cercò di invogliare alla produzione di radiodrammi con dei concorsi.
Uno dei maggiori successi è la parodia dei “i 4 moschettieri” abbinata ad un concorso di figurine della perugina/buitoni, il successo fu tale da affermare la radio.
Il radiodramma vero conosce la propria fortuna negli anni 50/60 in parallelo con i sceneggiati della tv. 
Scrittori che produssero per la radio sono Pratolini, Buzzati, Beckett, Brecht, Bergman.
Il radiodramma non è scomparso: ad es Diabolk. Nella radio italiana contemporanee resiste una forma di narrativa seriale sciolta dalle sue peculiarità espressive e ridotta alla segmentazione di grandi classici della letteratura. 
Proprio nella radio vede la nascita la SOAP OPERA nascono negli usa, venivano sponsorizzate dalle grandi industrie di detersivi. Il tipo di sponsor indica anche il target privilegiato, pubblico femminile da intrattenere con brevi segmenti di storie di famiglia lontane dal quotidiano. “painted dreams” è la prima soap opera prodotta negli usa, il record di longevità è di “sentieri”.
L’affermazione della tv determina un esigenza crescente di contenuti per riempire i palinsesti. I primi esperimenti di trasmissione televisiva risalgono alla fine degli anni 20 negli Usa e in gran bretagna. La tv farà il suo ingresso in italia solo nel 1954 quando furono inaugurate le trasmissioni rai regolari.
Tratto da LA FICTION TELEVISIVA di Anna Carla Russo
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.