Skip to content

LO SCHIZOFRENICO IMPOVERITO


Tra le ragioni fondamentali che giustificano il trattamento farmacologico vi è quella di fermare o rallentare il deterioramento mentale del paziente schizofrenico. Il deterioramento mentale viene visto come un fenomeno strettamente chimico. È da osservare però che il fenomeno di tale deterioramento  dello schizofrenico si sia notevolmente ridotto a seguito dell’abolizione delle istituzioni manicomiali.
Sass: la schizofrenia costituisce in molte sue manifestazioni una sorta di sovrapproduzione culturale.
Discorso psichiatrico contemporaneo sulla schizofrenia: discorso inteso ordine che viene costruito da un linguaggio specialistico in relazione alla costituzione di un argomento che ne costituisce le parti salienti e permette allo psichiatra di orientarsi.
Nell’Ottocento differenti sindromi neurologiche progressive, disturbi neuropsicologici venivano scambiate per schizofrenia e numerose forme di autismo manicomializzate. Oggi l’orientamento psichiatrico dominante è descrittivo e fenomenico, è necessario escludere le componenti organiche di un disturbo schizofreniforme dalla schizofrenia.

Il DISCORSO PSICHIATRICO si è trasformato in una pratica clinica, ma in senso medico e le scale di valutazione clinica trasformano i sintomi in segni, connettendoli tra loro per poi stabilire una diagnosi. Perché la diagnosi possa essere stabilita è necessario dare un nome alla malattia o al disordine.
Nel disordine mentale il sintomo non viene riconosciuto dal paziente, il sintomo si presenta come un fenomeno mentale. Ma un fenomeno mentale è un’idea, ma non si può sostenere che avere un’idea sia un sintomo. Il 1° grande problema costituito dal discorso psichiatrico è quello di detectare la sintomatologia schizofrenica: percezioni, pensieri e condotte.
Bleuler: diede il nome alla schizofrenia e ne descrisse i sintomi negativi. Il sintomo è qualcosa che c’è, che si mostra, qui invece si ha di fronte qualcosa che non si mostra. E il mistero della schizofrenia consiste nei suoi sintomi negativi, perché infatti il farmaco non è affatto in grado di curarli.
Tratto da LO SCHIZOFRENICO DELLA FAMIGLIA di Carla Callioni
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.