Skip to content

Il Servizio Sanitario Nazionale dopo la riforma e il ruolo del sociologo della medicina nel Regno Unito


La sociologia della medicina nasce in Gran Bretagna come disciplina dalle grandi speranze ma, solo dopo aver subito le conseguenze della politica restrittiva di governo, essa si consolidò. Tra gli anni 60-70 la sociologia visse il suo periodo di rapido sviluppo diffondendosi nelle aule universitarie.
Dopo il 1979 il governo conservatore di MARGARET THATCHER mise in discussione l'efficienza dei costi della ricerca universitaria e la rilevanza pratica della ricerca svolta dalle scienze sociali;  molte occupazioni legate alla sociologia della salute sparirono ed i fondi destinati alla ricerca furono tagliati.
A partire dalla fine degli anni '80, la sociologia della salute, ancora considerata disciplina secondaria, inizia una lenta ripresa, anche se non poteva contare su fondi di finanziamento certe e doveva competere contro nuovi potenti rivali, tra cui le scienze economiche sanitarie e la ricerca interdisciplinare sui sistemi sanitari.
Un altro ostacolo da superare era rappresentato dall'affermarsi della medicina basata sull'evidenza scientifica.
La sociologia della salute è comunque, gradualmente, riuscita a consolidare la propria posizione e ciò si deve, in gran parte, alla sua capacità di impegnarsi nell'approfondimento di tematiche che spesso tendono ad essere trascurate. Alcune di queste tematiche riguardano aspetti del comportamento individuale, prospettive soggettive e organizzative. Questa è una delle ragioni per cui, negli ultimi 15 anni, si è assistito ad un considerevole flusso di fondi a favore della sociologia della salute da destinare alla ricerca su temi come l'aids, cure palliative, servizi per disabili e anziani.
Tratto da MANUALE DI SOCIOLOGIA DELLA SALUTE di Angela Tiano
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.