Skip to content

L’apporto di altre lingue straniere nell'italiano


Fra le parole russe entrate in italiano in questo secolo, molte si riferiscono all’organizzazione dello stato sovietico: apparato, intellighenzia, ecc. Il turco è stato il tramite per parole come caffè, sorbetto. Dall’ebraico sono passate nella liturgia cristiana attraverso la traduzione latina della Bibbia parole come alleluia, amen, cabala. I rapporti con la Cina sono antichi, ma l’apporto lessicale cinese è trascurabile e indiretto, attraverso le lingue delle potenze coloniali (cincin, dall’inglese).

Con la recente espansione economica del Giappone e una maggior conoscenza del paese si assiste a un uso esteso, cioè non legato a referenti nipponici, di parole giapponesi: samurai, harakiri, kamikaze; notevole anche la penetrazione di nomi di piante e oggetti: soia, judo, karatè.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

La comunicazione verbale

Appunti dedicati alla struttura del linguaggio in cui si affrontano i temi delle scienze del linguaggio, come lessico, grammatica e sintassi riletti nella prospettiva delle scienze della comunicazione.